Milan-Genoa, chiesto il posticipo: no della Lega ai rossoneri

Il Milan ha richiesto alla Lega Serie A di rinviare a lunedì la partita contro il Genoa, ma ha ricevuto un rifiuto e dunque il match è confermato per domenica.

Stadio Giuseppe Meazza San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

Ormai è risaputo che domenica Milan-Genoa si giocherà in un San Siro senza pubblico. Infatti, a causa dell’allarme provocato dalla diffusione del coronavirus è stato deciso di svolgere la partita a porte chiuse.

Un clima che risulterà sicuramente strano ai giocatori, abituati a giocare con una cornice di tifosi abbastanza folta. Al Giuseppe Meazza i milanisti non stanno facendo mancare la propria presenza e il proprio sostegno alla squadra. L’atmosfera domenica sarà molto fredda.

Oggi La Gazzetta dello Sport rivela che nella giornata di ieri il Milan ha inviato una richiesta alla Lega Serie A per rinviare la partita col Genoa a lunedì. Autorizzazione negata: infattibile per questioni di calendario pieno e per rispettare le disposizioni decise dal Governo nelle regioni dell’emergenza coronavirus. Stadi chiusi fino a domenica.

Il club rossonero sperava di ottenere l’ok, in modo tale da avere pubblico lunedì 2 marzo. La Lega Serie A ha detto no, pertanto il match rimane fissato per domenica. Incertezza ancora su Juventus-Inter, altra sfida che si dovrebbe giocare domenica a porte chiuse. Ma un posticipo a lunedì non è ancora completamente escluso. Oggi probabilmente verrà presa una decisione definitiva.

Leggi anche -> Begovic pronto per Milan-Genoa. Donnarumma punta la Juventus