Milan, Kessie resta in uscita: si proverà a far cassa 

Milan, il futuro di Frank Kessie continua ad essere lontano dal Diavolo. Malgrado l’exploit e la maglia da titolare riconquistata, l’ivoriano resta comunque in uscita per una possibile fonte di guadagno. 

Franck Kessie Fiorentina Milan
Franck Kessie in Fiorentina-Milan (©Getty Images)

Si è ribaltato di nuovo lo scenario per Frank Kessie. Inizialmente ai margini con Stefano Pioli, tanto da perdere anche il posto a un certo punto, ora l’ivoriano si è affermato nuovamente un titolare inamovibile per lo scacchiere rossonero.

E questo ancor prima che Rude Krunic si infortunasse. Dopo aver sfiorato l’addio in estate ed essere stato teoricamente in partenza anche lo scorso inverno, l’ex Atalanta si è ripreso il Diavolo a suon di contrasti e prestazioni efficaci.

Milan, addio in vista per Kessie in estate

Tuttavia, come riferisce Tuttosport oggi in edicola, il calciatore resta in uscita in vista della prossima sessione estiva. In verità – si legge – sembrerebbe che la mancata cessione non sia stata ben digerita dalla proprietà, in quanto il rapporto tra ammortamento e stipendio era considerato decisamente iniqui rispetto alle prestazioni sul campo.

Quindi, a prescindere da chi si occuperà di mercato a fine stagione in virtù di una possibile rivoluzione, Kessie resta virtualmente sul mercato. Sarà uno dei pezzi con cui la società proverà a far cassa per reinvestire. E un finale di stagione convincente potrebbe riaccendere la fiamma in Premier League, con Wolverampton su tutti.

Kessie, da parte sua, non ha mai negato di gradire l’Inghilterra come soluzione futura, ma serviranno almeno 28 milioni di euro per convincere il Milan a cedere. Anche perché la società, sul fronte uscite, sarà molto sensibile per ragioni di bilancio e di fair play finanziario. La Gran Bretagna resta la soluzione più probabile in caso di separazione, mentre sembrerebbe da depennare del tutto l’Inter dopo il tentativo invernale.

Lo scambio con Vecino – racconta Ts – non è avvenuto a causa della mancata quadratura dei conti sulla valutazione dei due giocatori. Così Kessie è rimasto al Milan rivelandosi anche fondamentale dato anche il quadro medico in mediana, mentre Vecino pure si è affermato segnando tra l’altro anche il 2-2 che ha spezzato le gambe al Diavolo nel derby. Una beffa del destino, ma questa non dovrebbe comunque evitare un tesoretto estivo.

LEGGI ANCHE: GAZZETTA – ADDIO PIOLI, IL MILAN HA DECISO