Milan, cambia tutto: futuro incerto per Ibrahimovic, Donnarumma e Rebic 

Il terremoto in casa Milan incide direttamente sul mercato e il futuro di giocatori chiave come Zlatan Ibrahimovic, Gianluigi Donnarumma e Ante Rebic: cosa succederà, adesso, con gli addii di Paolo Maldini e Zvonimir Boban? 

Ante Rebic Ibrahimovic
Ante Rebic e Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Adesso ritorna tutto fortemente in discussione in casa Milan. Perché come evidenzia La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, con una nuovo rivoluzione in vista e l’addio possibile della triade dirigenziale, pende un grosso punto interrogativo anche sul futuro di giocatori chiave come Zlatan Ibrahimovic, Gianluigi Donnarumma e Ante Rebic.

Cosa succederà adesso? Come sarà gestito il tutto? Per Ibrahimovic, per esempio, se nel Milan non regnasse il caos in questo momento, le pratiche per il prolungamento verrebbero portate avanti dal Cfo e Dt rossonero. Cosa che tra l’altro stava anche succedendo, avendo iniziato a gettare le basi per un prolungamento.

Milan, cosa ne sarà di Ibrahimovic?

“E’ un giocatore speciale e non credo ci siano dubbi che dovremmo affrontare già oggi un possibile rinnovo per la prossima stagione, al di là del risultato finale della squadra”, sono state queste le parole di Zvonimir Boban su Ibra nella recente intervista della discorsia. E lo stesso discorso vale anche per Simon Kjaer, un profilo rivelatosi all’altezza e che l’area tecnica attuale riscatterebbe per i 2.5 milioni di euro fissati.

Con Ibrahimovic era più o meno tutto apparecchiato, ma adesso, con la battaglia interna deflagrata, c’è un’inevitabile frenata che ha gettato ombre lunghissime sul futuro di diversi calciatori. Lo stesso Ibrahimovic – rivela il quotidiano – si sarebbe detto perplesso su un eventuale Milan senza Boban e Paolo Maldini e con un progetto ambiguo. Ma d’altra parte, data età e ingaggio, è facile pensare che le perplessità di proseguire insieme ci siano anche da parte di Elliott Management Corporation.

Dubbi anche per Donnarumma e Rebic

Per Donnarumma, invece, è al momento tutto fermo. Mino Raiola non si è sentito e in Casa Milan e non sono previsti appuntamenti. L’agente, tuttavia, ha mandato un messaggio chiaro in tempi non sospetti: conterà (e parecchio) anche il progetto rossonero per il futuro di Gigio. Ovvero lo scenario che il Milan può offrire al calciatore. Ed è chiaro che questa situazione rischia di incidere pesantemente sul destino del classe 99 in scadenza di contratto nel 2021.

Infine Rebic: il prestito biennale scadrà nel 2021, ma senza un diritto di riscatto inserito nel contratto, il prezzo continuerà a salire ulteriormente. Bisognerebbe dunque iniziare a riparlarne in tempi brevi con l’Eintracht Francoforte, ma la domanda è la stessa: con Maldini e Boban ormai in uscita, chi dovrebbe a farlo? E’ qui che si innesca un cortocircuito pericoloso per il futuro di alcuni giocatori chiave.

LEGGI ANCHE: IL MILAN FISSA IL PREZZO PER CALHANOGLU