Milan, come cambia il management: più poteri ad Almstad e Moncada

Prevista l’ennesima rivoluzione in casa rossonera. Con l’addio di Boban cresce la posizione di due attuali dirigenti operativi.

Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

Cambia il management del Milan. Ennesima rivoluzione in casa rossonera in vista. Gli ultimi malumori sembrano aver scatenato cambiamenti e stravolgimenti.

Zvonimir Boban sembra ad un passo dall’addio. L’attuale dirigente Milan è in rottura con la proprietà Elliott Management ed in particolare con Ivan Gazidis.

LEGGI ANCHE: CHI E’ RANGNICK

L’intervista rilasciata la scorsa settimana ha creato una spaccatura. Possibile dunque che Boban faccia le valigie a breve giro di posta. Secondo il Corriere della Sera è possibile che vi sia una ‘promozione’ di altri dirigenti per sopperire alla partenza del croato.

In particolare pare che avranno presto più potere due dirigenti attuali del Milan. Hendrik Almstad e Geoffrey Moncada potrebbero essere considerati maggiormente, con ruoli principali e centrali.

LEGGI ANCHE: COME GIOCA RANGNICK

Si tratta rispettivamente dell’uomo addetto ai conti e al rispetto del budget e del responsabile dell’area scouting del Milan. Due giovani dirigenti, di stampo internazionale, voluti personalmente da Ivan Gazidis per il suo progetto gestionale.

Entrambi dovrebbero iniziare ad avanzare nelle gerarchie del Milan. Si va verso una società giovane, internazionale, senza confini e ad immagine e somiglianza di Gazidis. L’uomo attorno a cui si scatenerà la rivoluzione rossonera del 2020.

LEGGI ANCHE: I TALENTI SCOPERTI RANGNICK