Talenti scoperti da Rangnick | Werner, Mané e tanti altri campioni

Tutti i talenti scoperti da Rangnick. Da Mané ad Haaland, da Firmino a Werner, ecco la lunga lista dei giovani lanciati dal possibile nuovo allenatore del Milan.

rangnick talenti scoperti
Ralf Rangnick al Lipsia (©Getty Images)

Il Milan targato 2020/2021 sarà guidato in panchina, e non solo, da Ralf Rangnick. Dopo un’altra stagione fallimentare, Ivan Gazidis ha deciso di prendere in mano le redini della situazione. L’allenatore tedesco, a meno di colpi di scena, sarà anche il direttore sportivo dei rossoneri.

Negli ultimi anni è rimasto fedele alla Red Bull e, dopo gli anni importanti al Lipsia, è diventato il coordinatore sportivo di tutte le realtà della nota compagnia austriaca. Ma in realtà è abituato a ricoprire il ruolo di manager a tutto tondo, come in Inghilterra. E infatti è stato lui a scoprire e a lanciare tantissimi talenti, molti dei quali oggi sono dei campioni a tutti gli effetti. Timo Werner, stella del Lipsia e prossimo ad una big d’Europa, è soltanto uno dei nomi. Ce ne sono davvero tanti e, come detto, alcuni di questi sono fra i top.

LEGGI ANCHE: CHI E’ RALF RANGNICK, L’ALLENATORE CHE VUOLE GAZIDIS

Rangnick ha scoperto Firmino e Haaland

roberto firmino
Roberto Firmino (©Getty Images)

Oltre all’attaccante tedesco, il nome più importante è sicuramente Sadio Mané. Rangnick lo scova nel Metz e lo porta al Salisburgo per soli 4 milioni. Oggi, secondo Transfermarkt, vale 150 milioni. Gioca nel Liverpool campione d’Europa e compone uno dei tridenti più spettacolari di sempre. C’è lui, c’è Momo Salah e c’è Roberto Firmino, un’altra splendida scoperta di Rangnick ai tempi dell’Hoffenheim, quindi prima di legarsi al Lipsia e al mondo Red Bull. Ma non è mica finita qui.

Rimanendo in tema Liverpool, è stato lui a scovare Minamino, passato proprio ai Reds nella sessione di gennaio. Passiamo poi a Erling Haaland, oggi al Borussia Dortmund, portato da Rangnick al Salisburgo (il suo valore si aggira già sotto i 100 milioni). Senza parlare poi del Lipsia. I migliori li ha portati tutti lui: da Werner a Forsberg, passando per Diego Demme, preso dal Napoli a gennaio. Ma ci sono anche altri nomi come Joel Matip e Naby Keita (anche loro al Liverpool), anche questi acquistati a poco e rivenduti a peso d’oro. Perché la forza di Rangnick è proprio questa. E non è un caso se Gazidis lo vuole a tutti i costi, tanto da cacciar via Boban e Maldini.