Coronavirus, ministro Spadafora: “Serie A avanti a porte chiuse”

Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport, parla del proseguimento del campionato Serie A 2019/2020. Le prossime saranno partite con stadi senza tifosi, a causa della diffusione del Coronavirus.

pallone serie a
Pallone Serie A 2019/2020 (©Getty Images)

C’è attesa di conoscere ufficialmente quando verranno recuperate le sei partite dell’ultima giornata di Serie A rinviate a causa dell’allarme Coronavirus. Sembra che si vada verso il recupero in questo weekend. Così facendo, il campionato slitterebbe avanti di una settimana.

Milan-Genoa è tra le partite da recuperare e dovrebbe andare in scena sabato o domenica. Juventus-Inter dovrebbe essere fissata per domenica sera alle 20:45. Comunque, tutte le gare verranno disputate a porte chiuse e pertanto i tifosi non potranno andare allo stadio.

Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport, sull’argomento si è così espresso a margine di una riunione a Palazzo Chigi: “Sullo sport cercheremo di contemplare il prosieguo di tutte le attività e anche del campionato ma nel rispetto della salute di tutti. A porte chiuse? Si va verso questo tipo di provvedimento“.

Oltre a Milan-Genoa e Juventus-Inter, anche le seguenti partite sono da recuperare: Parma-Spal, Sampdoria-Verona, Sassuolo-Brescia e Udinese-Fiorentina. Nelle prossime ore dovrebbe essere ufficializzata la decisione di farle giocare tra sabato e domenica.