Coronavirus, anche la Liga spagnola verso la sospensione

Lionel Messi Marcelo
Lionel Messi, Marcelo e Raphael Varane (©Getty Images)

La Serie A rimarrà sospesa fino al 3 aprile, ma quello italiano non è l’unico campionato a fermarsi. In queste ore anche in Spagna si sta pensando di fermare il campionato a causa della diffusione del Coronavirus.

È in corso una riunione urgente del Consiglio dei ministri del governo per decidere se sospendere la Liga e la Segunda Division fin da subito. La Federazione aveva già deciso di far disputare le partite a porte chiuse in precedenza, ma oggi dovrebbe essere preso un provvedimento più drastico. Le leghe dilettantistiche e femminili sono già state stoppate, invece.

L’associazione dei calciatori spagnoli ha chiesto la sospensione dei campionati. Pur giocando senza pubblico, il contatto tra i giocatori durante le partite c’è e pertanto esistono anche dei rischi legati alla diffusione di Coronavirus. Saggia la decisione di fermarsi. In Spagna stanno aumentando i casi di persone contagiate e, ad esempio, sono già stati bloccati i voli da e per l’Italia.

La Roma ha annunciato che non volerà a Siviglia per il match di Europa League. E il Getafe ha già fatto sapere che non viaggerà in direzione Milano per affrontare l’Inter. Anche in altre realtà si stanno prendendo decisioni drastiche. In Premier League il big match Manchester City-Arsenal è stato rinviato.

LEGGI ANCHE -> Romagnoli: “Più forti del Covid-19. Milan comunità straordinaria”