Inter-Getafe, il presidente spagnolo annuncia: “Non andremo a Milano” 

Getafe, clamoroso annuncio del presidente Angel Torres. “Non andremo a Milano, anche a costo di perdere a tavolino”, riferisce il patron la cui squadra è attesa a San Siro per l’Europa League. 

Getafe (©Getty Images)

Colpo di scena Getafe: atteso a Milano per il match con l’Inter per gli ottavi di finale di Europa League, il club spagnolo dice no alla trasferta lombarda. Angel Torres, presidente della società iberica, si è detto disposto anche a perdere a tavolino se necessario a causa dell’emergenza coronavirus.

Intervenuto ai microfoni di El Transistor su Onda Cero, il patron si è espresso senza mezzi termini a proposito della gara in programma il 19 marzo a San Siro: “Il Getafe non andrà a Milano, anche a costo di perdere il turno a tavolino”. 

Torres, inoltre, rivela anche la richiesta di giocare in un campo neutro: “Abbiamo chiesto all’UEFA un’alternativa a Milano, di giocare in una località più sicura. Se la richiesta non dovesse essere accolta e la situazione non dovesse cambiare, non andremo a giocare in Italia”.  

“Che senso ha tutto questo?”, si chiede il massimo dirigente. Poi tuona: “Il Governo spagnolo proibisce l’arrivo di aerei dall’Italia e il Governo italiano ha sospeso la Serie A, perché io mi devo buttare nel fuoco?”. 

Rischia dunque di palesarsi uno scenario senza precedenti. Ed è per questo che l’Afe, ossia l’Associazione dei calciatori italiani, ha chiesto all’organizzazione europea di sospendere la gara in questione finché non ci saranno maggiori condizioni di sicurezza. Ora si attende una risposta.

LEGGI ANCHE: MILAN, 9 GIOCATORI IN SCADENZA NEI PROSSIMI 15