Coronavirus, Gattuso: “Situazione difficile, ora al calcio penso zero”

Gennaro Gattuso ha parlato di come sta vivendo questo momento difficile per l’Italia e non solo a causa della diffusione del Coronavirus Covid-19.

Gennaro Gattuso napoli
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

L’Italia e diversi altri Paesi stanno combattendo contro la diffusione del Covid-19. Tante attività sono state sospese, comprese quelle sportive. Si spera di tornare a vivere normalmente prima possibile, ma servirà ancora del tempo per sconfiggere il coronavirus.

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, in un’intervista concessa al quotidiano portoghese Record ha spiegato come vive questa situazione: «Al pallone ormai penso zero. Stiamo vivendo qualcosa che cambia la nostra vita, la nostra routine. Mentalmente è molto difficile, questo è un virus silenzioso. Molti sono infetti e non lo sanno».

L’ex tecnico del Milan ha ricordato che in Italia il Paese è completamente fermo a causa delle misure prese dall’Esecutivo: «Il Governo ha chiuso tutto e le persone non possono uscire di casa: impossibile uscire la sera, andare al ristorante. Le scuole e altri servizi sono chiusi».

Infine Gattuso ha avuto modo di citare anche il celebre Totò: «Siamo tutti della stessa carne, dello stesso sangue. Un comico italiano, Totò, diceva qualcosa come: possiamo essere nobili o senzatetto ma alla fine finiamo tutti sotto la stessa terra. Un po’ quello che sta succedendo qui adesso».

LEGGI ANCHE -> SPONSOR MILAN, GAZIDIS VICINO ALL’ACCORDO CON EMIRATES