Milan, da Christensen a Koch: i difensori nel mirino

Andreas Christensen e Ethan Ampadu del Chelsea, Kristoffer Ajer del Celtic Glasgow e Robin Koch del Friburgo sono centrali che interessano al Milan.

Robin Koch (©Getty Images)

Il Milan nel prossimo calciomercato estivo acquisterà almeno un nuovo difensore. Probabile la cessione di Mateo Musacchio, il cui contratto scade a giugno 2021, dunque è necessario un innesto nel reparto arretrato.

Gli osservatori rossoneri nei mesi scorsi hanno seguito diversi profili, soprattutto giovani. Infatti, l’idea di Ivan Gazidis è quella di puntare in particolare su giocatori di bassa età. Un modo per contenere i costi, visto che il bilancio da anni è in pesante passivo.

LEGGI ANCHE -> GAZIDIS HA UN OBBLIGO IMPORTANTE

Milan, quattro centrali che interessano

Oggi il quotidiano Tuttosport mette in evidenza quattro nomi che il Milan valuterà per il futuro. Il primo è quello di Andreas Christensen, danese classe 1996 in forza al Chelsea. Nel 2020 ha ritrovato spazio, ma il suo agente incontrerà i Blues per capire se ci sarà l’intenzione di confermarlo oppure di comprare un nuovo difensore. I rossoneri ci avevano già provato nel mercato di gennaio, ma Frank Lampard si oppose al trasferimento.

Il problema di Christensen è il prezzo, visto che il Chelsea lo valuta circa 30 milioni di euro. Valutazione simile anche per un altro difensore che piace al Milan, ovvero Kristoffer Ajer. Il classe 1998 norvegese milita nel Celtic Glasgow e lascerà sicuramente la Scozia al termine della stagione. Ha voglia di mettersi alla prova in un campionato più importante e ci sono più squadre sulle sue tracce.

Meno costoso è Robin Koch, 23enne tedesco del Friburgo che ha un contratto in scadenza a giugno 2021. Pure lui ha il desiderio di cambiare aria e di affrontare una nuova sfida. Oltre al Milan, anche il Napoli sta valutando il suo ingaggio.

Un quarto nome al quale prestare attenzione è Ethan Ampadu, 19enne inglese naturalizzato gallese che gioca nel Lipsia ma è in prestito dal Chelsea. Ralf Rangnick lo conosce molto bene. In questa stagione solo 7 presente per lui, dunque non può dare grandi garanzie al Milan.

LEGGI ANCHE -> DONNARUMMA, LE STRATEGIE DI RAIOLA E DEL MILAN