Icardi e il Milan: pro e contro di un affare clamoroso

Il Milan punta Icardi. Con l’argentino i rossoneri si troverebbero a casa un vero bomber ma poco portato alla manovra. Scopriamo i pro e i contri di questo acquisto

Mauro Icardi PSG Milan
Mauro Icardi (©Getty Images)

Il Milan deve fare i conti con l’addio sempre più probabile di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante svedese non ha ancora deciso se lasciare il calcio ma la sensazione è che il suo futuro sia lontano dai colori rossoneri. Con l’ex Galaxy mai dare nulla per scontato ma la nuova stagione del Milan non può ripartire senza un bomber di razza.
I rossoneri dunque stanno sondando il calciomercato alla ricerca di un centravanti capace di fare la differenza: la caccia al numero 9 riprenderà dunque la prossima estate.

Dopo Milik, il profilo che stuzzica la fantasia della dirigenza è quello di Mauro Icardi, che non verrà riscattato dal Psg e farà ritorno all’Inter.

In nerazzurro sarà ovviamente solo di passaggio e il Milan è pronto ad approfittare della situazione, sfruttando la voglia del bomber di restare in Italia, meglio se nel capoluogo lombardo dove vive con Wanda Nara e il resto della famiglia.

I Pro

Il Milan acquistando Mauro Icardi si porterebbe a casa un centravanti di razza, che nel corso della sua carriera ha sempre segnato. Lo ha fatto parecchio anche con il Psg, con cui ha realizzato ben 20 centri in 31 match.

Un bottino niente male che conferma quanto di buono fatto soprattutto in Serie A con la maglia dell’Inter. Complessivamente ha realizzato 185 gol in 322 partite.
Una vera garanzia, sempre integra fisicamente, che potrebbe dare al Milan finalmente il suo nove tanto atteso.

Un numero 9, come detto, che conosce bene Milano e che non avrebbe dunque problemi di ambientamento. Il dente avvelenato nei confronti dell’Inter, poi, non è certo un dettaglio da trascurare visto il troppo tempo che il Milan non porta a casa un derby.

I contro

La trattativa non si preannuncia facile, anche se i buoni rapporti e la voglia di non cedere il calciatore alla Juventus potrebbero essere di aiuto. Il problema è comunque la richiesta di 70 milioni di euro, davvero alta per le casse rossonere.

Mauro Icardi è un classe 1993, giovane ma non giovanissimo, che spesso nelle sue avventure ha avuto qualche problema con parte dello spogliatoio ma i molti calciatori latini al Milan potrebbero dare una mano.

Acquistando Icardi, il Milan è consapevole inoltre di prendere un bomber, un vero rapace dell’area di rigore, ma non proprio il migliore nel giocare con la squadra.
Un altro punto da chiarire sarà quello dello stipendio di circa 5 milioni di euro, non certo in linea con i nuovi parametri del club.

LEGGI ANCHE: MILAN, ALLA SCOPERTA DI MILIK