Calcio, l’IFAB cambia le regole e il VAR: le nuove disposizioni

Ecco come cambiano le disposizioni sul VAR secondo le avvertenze dell’International Board degli arbitri di tutto il mondo.

Valeri VAR San Siro
L’arbitro Valeri al VAR di San Siro (©Getty Images)

Arrivano dall’IFAB, ovvero l’International Board degli arbitri, nuove disposizioni riguardo il regolamento generale e anche il tanto discusso sistema VAR.

Come riportato oggi, si parla di regolamenti leggermente modificati per gli arbitri che dovrebbero diventare attuabili al termine dell’emergenza Covid-19, quindi da giugno prossimo.

Qualche modifica arriverà anche per il VAR: in primis sulla regola del fuorigioco. Non cambierà nulla di sostanziale, ma si comincerà a discutere sulla possibilità di reintrodurre la ‘luce’ tra difensore e attaccante per non esagerare nella severità sull’off-side.

Per il momento non si parla di tolleranza: il VAR dovrà intervenire e annullare qualsiasi azione da goal con partenza in fuorigioco, che sia di 1 metro o di 10 cm.

LEGGI ANCHE -> CHE FINE HANNO FATTO I CAMPIONI DEL MILAN DI SACCHI?

Chiarezza anche sui tanto discussi falli di mano in area di rigore. L’IFAB ha fatto presente che verrà considerato tocco di mano o braccio solo quando il pallone verrà colpito dalla zona che va da sotto l’ascella in giù.

In pratica il muscolo deltoide, poco sotto la spalla, sarà il limite per distinguere i colpi regolari ed irregolari. Una questione ‘muscolare’ per far capire agli arbitri e al VAR quando intervenire.

Si è parlato anche dei falli di mano in attacco: il VAR potrà chiedere l’annullamento di un goal solo se l’intervento di braccio è avvenuto in prossimità dell’azione pericolosa, e non in una fase inizale e precoce della stessa.

Meno severità invece per i portieri: se alla battuta di un calcio di rigore non dovessero rispettare la posizione (almeno un piede sulla linea di porta) si ripeterà il penalty, ma il portiere in questione sarà solo ‘avvertito’ e non ammonito.

Infine bacchettati gli arbitri inglesi: l’IFAB ha chiesto a loro, ma in generale a tutte le Federazioni, di recarsi all’On Field Review (il monitor a bordocampo) il più possibile, così da poter giudicare con accuratezza ed in maniera autonoma gli episodi dubbi.

LEGGI ANCHE -> BONAVENTURA, DECISIONE PRESA PER IL SUO FUTURO