Milan, 20 milioni in meno di incassi causa coronavirus 

Milan, beffa enorme sul piano economico causa coronavirus. come infatti evidenzia Tuttosport, ammontano a circa 20 i milioni bruciati dalla sola chiusura del San Siro per l’emergenza sanitaria. 

Stadio Giuseppe Meazza - San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

Milan-Juventus. Senza l’emergenza coronavirus, ci sarebbe stato questo big match domani alla vigilia di Pasqua. Una della partite più attese dell’anno, nonché la seconda, dopo il derby, ad arricchire in genere più di tutte le casse rossonere.

Così come riferisce Tuttosport oggi in edicola, questo mancato match, tra gli altri, più di tutti comporterà una perdita economica importante per la società di Via Aldo Rossi. All’incirca tra i 5 e i 6 milioni di euro. Perché con una Juventus in corsa scudetto e un Diavolo in rincorsa per l’Europa League, ci sarebbero stati almeno 75 mila spettatori domani alla scala del calcio.

In generale, in un calcolo ovviamente verosimile e non certo, la chiusura degli stadi costerà tra i 15 e i 20 milioni di euro. Anche perché di mezzo ci sono anche le altre sfide avvincenti con Roma e Atalanta. Situazione che comporterà inoltre anche problemi per gli abbonamento in corso, in quanto bisognerà capire le varie modalità di rimborso.

Tra le altre, sarebbero arrivate nel capoluogo lombardo anche Parma, Bologna e Cagliari. Un bottino perso e destinato a rimanere tale. Perché pur immaginando che si possa tornare in campo tra qualche settimana, è impossibile lo si posa fare aprendo lo stadio al pubblico.

Una beffa importante per la società. Perché malgrado i risultati altalenanti e un avvio di stagione choc, i dati dimostravano un attaccamento comunque importante della tifoseria. Un altro danno economico che si sommerà a tutti gli altri, partendo però da una base già in difficoltà e con un bilancio in rosso. La strada si fa sempre più in salita per Elliott.

LEGGI ANCHE: MILAN, PRESSING DEL BARCELLONA PER UN ROSSONERO