International Champions Cup 2020 annullata: quanto perde il Milan

Niente International Champions Cup nell’estate 2020. A causa dell’emergenza coronavirus è stata cancellata. Un danno economico per il Milan e gli altri club.

International Champions Cup 2018 Milan
(foto AC Milan)

Nella giornata di oggi è stato diramato un comunicato che ha ufficializzato l’annullamento della International Champions Cup 2020. Il prestigioso torneo amichevole estivo, che si svolgeva regolarmente dal 2013, non avrà luogo.

Il motivo è legato all’ormai nota emergenza coronavirus, che ha bloccato la stagione sportiva e che costringerà probabilmente le squadre a giocare in estate per completare campionati e coppe. Non ci sarà spazio per disputare anche la ICC.

Questa la nota ufficiale emessa oggi: «La salute di giocatori, staff, tifosi e di tutte le persone coinvolte nelle partite è sempre il parametro. La mancanza di chiarezza sulla distanza sociale, con la possibilità che i campionati europei e le competizioni UEFA vengano disputati ad agosto, fa sì che pianificare l’International Champions Cup quest’estate sia impossibile. Attendiamo con ansia di portare i migliori club e le più grandi partite negli Stati Uniti e in Asia nel 2021».

Il Milan ha preso parte a tutte e sette le edizioni della ICC, così come l’Inter. Il portale Calcioefinanza.it stima che la perdita economica per il club rossonero sarà di circa 3 milioni di euro, ovvero i soldi che erano stati ricavati anche lo scorso anno.

I cugini nerazzurri avevano guadagnato 2 milioni nel 2019, mentre la Juventus 6 milioni. La Fiorentina, che aveva partecipato al posto della Roma, aveva visto entrare nelle proprie casse 2 milioni. La cancellazione della International Champions Cup 2020 porterà più squadre ad avere un danno economico, purtroppo inevitabile data la situazione attuale.

LEGGI ANCHE -> BONAVENTURA TORNA ALL’ATALANTA?