Elliott sfida il Coronavirus: Singer aveva previsto la crisi

Il fondo Elliott Management, proprietario del Milan, era stato molto previdente già a febbraio, prendendo misure contro la pandemia.

Paul Singer
Paul Singer (foto Wall Street Journal)

Elliott Management vince il premio ‘previdenza 2020’. Il fondo statunitense, proprietario delle quote Milan, si era già mosso per arginare la pandemia da Coronavirus.

Lo scrive oggi Il Sole 24 Ore, che svela come Paul Singer avesse già dato disposizioni ai suoi collaboratori sparsi in giro per il mondo per prevenire lo spargersi della malattia.

Singer in persona ha chiesto a tutti di fare approvvigionamenti di acqua, cibo e medicine, così da evitare di uscire in luoghi pubblici e diffondere i contagi, vista la quarantena che si sarebbe presentata di lì a poco come soluzione estrema.

Il tutto accadeva a febbraio scorso, quando in Europa e America il fantasma del Covid-19 appariva soltanto come una remota ipotesi. Una mossa strategica produttiva, visto che il fondo Elliott ha anche prevenuto diverse perdite milionarie.

Il fondo ha infatti chiuso il primo trimestre del 2020 in positivo, con un +2,2%. Risultato davvero clamoroso, visto che in generale gli altri hedge fund internazionali hanno conteggiato perdite economiche a dir poco evidenti.

LEGGI ANCHE -> MILAN, SI CERCA UN VICE-THEO HERNANDEZ