Milan, sei giocatori in scadenza: chi resta e chi no

Milan, ben sei giocatori sono attualmente in scadenza di contratto. Di questi, tre sarebbero praticamente con un piede già fuori. Ecco le ultimissime in casa rossonera. 

Stefano Pioli e Giacomo Bonaventura (Foto Ac Milan)

Tre addii certi, una conferma probabile e due situazioni ancora da  tutte da decifrare. Come riferisce Tuttomercatoweb, è questo lo scenario attuale per quanto riguarda i giocatori attualmente in scadenza di contratto col Milan.

Parliamo di giocatori come Lucas Biglia, Giacomo Bonaventura, Asmir Begovic, Simon Kjaer, Zlatan Ibrahimovic e Alexis Saelemaekers. Tutti giocatori che avranno un confronto col club nelle prossime settimane per fare il punto della situazione.

Milan, il punto sui giocatori in scadenza

Ma è praticamente già segnato il destino dei primi due giocatori citati. Biglia e Bonaventura, infatti, sono ormai ai margini in virtù di ingaggi pesanti e soprattutto una carta di identità che li rende poco associabili al progetto giovanile di Elliott Management Corporation. E a questi dovrebbe aggiungersi Begovic, approdato in prestito secco, pronto a rientrare al Bournemouth.

Mentre Biglia potrebbe tornare in patria, Bonaventura è conteso da molti club italiani. Società come Fiorentina, Lazio, Torino e Atalanta. Tra tutte, però. lui preferirebbe chiudere la carriera con la maglia dei bergamaschi lì dove è iniziata la sua carriera.

Mentre per quanto riguarda Kjaer, il riscatto dal Siviglia potrebbe essere una soluzione low-cost interessante. La sua permanenza costa infatti ‘solo’ 2.5 milioni di euro, e la dirigenza potrebbe pensarci per completare il reparto. Del resto, approdato a gennaio dopo mesi difficili a Begamo, il danese si è fatto in strada in rossonero tanto da guadagnarsi un posto accanto ad Alessio Romagnoli.

La richiesta di Ibrahimovic

Capitolo Ibrahimovic: molto dipenderà dal faccia a faccia con l’Ad Ivan Gazidis. Lo svedese fisicamente sta bene e avrebbe intenzione di proseguire, ma a patto che la squadra sia competitiva e che lui potrà continuare ad avere un ruolo da protagonista. La sensazione è che sia più una questione di progetto che economica. Ibra vuole una squadra forte per la prossima stagione, da almeno quarto posto, ma bisognerà vedere la società che intenzioni avrà.

Infine c’è l’enigmatica posizione di Saelemaekers. Il belga, giunto in prestito con diritto di riscatto a giugno dopo un investimento di 3.5 milioni di euro, ne costerebbe altri 3.5 per una conferma definitiva. Ma il Milan – riferisce il portale – non avrebbe ancora deciso e, qualora il campionato ripartisse, vorrebbe valutarlo per poi emettere il verdetto finale.

LEGGI ANCHE: MILAN, SONDAGGIO CONCRETO PER L’EREDE DI DONNARUMMA