Premier League, medici preoccupati: “Pericolo di morte”

I medici delle squadre di Premier League sono preoccupati e parlano di “pericolo di morte” in merito alla ripresa del campionato.

Dottori Premier League preoccupati
Adama Traoré (©Getty Images)

I vertici della Premier League ragionano sulla possibile ripresa del campionato. L’obiettivo è di tornare in campo entro il 12 giugno, così da portare al termine la stagione nel giro di uno o due mesi.

The Athletic però ha rivelato le preoccupazioni dei medici delle squadre. Questi, infatti, sono perplessi: e per esprimere i loro dubbi hanno inviato una e-mail alla Lega con 100 punti sulla sicurezza dei calciatori.

I dottori temono il peggio poiché secondo loro si sta sottovalutando la pericolosità del Coronavirus. Insistono, come scrive anche il Mirror, che si tratti di un vero pericolo di morte, nonostante le precauzioni.

In questo rapporto sono state poste domande sulla trasmissione del virus tramite il sudore e per quanto tempo questo “vive” sui guanti del portiere.

Inoltre, secondo i medici inglesi, calciatori di colore, asiatici o di minoranza etnica hanno un rischio maggiore di ammalarsi. Si chiedono test, assicurazioni per le famiglie e anche la certezza che nessuno stia ignorando le linee guida.