Milan, Bennacer non si muove: doppio messaggio al PSG 

Prima la società, poi il diretto giocatore. Entrambi hanno ribadito un concetto chiaro: Ismael Bennacer non si muove. Un messaggio forte e chiaro giunto in casa PSG, col quale però potrebbero chiudersi altre due operazioni. 

Offerta PSG per Bennacer: spunta la clausola
Ismael Bennacer (©Getty Images)

Ismael Bennacer non è in vendita. Come riferisce Tuttosport oggi in edicola, è questo il messaggio netto che arriva da Casa Milan. Ed è la stessa indicazione giunta anche dal diretto interessato, approdato in rossonero appena la scorsa estate e orientato a restarci ancora per un bel po’.

L’algerino ne ha parlato proprio in queste ore: “Se penso alla storia di questo grande club e mi metto la maglia, voglio solo combattere e dare tutto me stesso quando sono in campo. Voglio vincere tutto e ai tifosi dico: siamo tutti insieme in questo momento e stiamo giocando un’unica partita, possiamo vincerla insieme”.

Milan-PSG, tre nomi in ballo

Un messaggio, quello sia del Diavolo che dell’atleta, che è arrivato dritto sotto la Torre Eiffel, lì dove c’è quel Paris Saint Germain che ha già più volte manifestato un interesse. Anzi: secondo i media francesi, ci sarebbe già stata una proposta concreta da 30 milioni di euro.

Offerta prontamente rispedita al mittente, dal momento che la società è certa che il giocatore potrebbe valerne anche 50 tra un anno. E il PSG è una società amica, un club con cui i rapporti sono sempre stati ottimi dal 2012 in poi quando ci sono state le operazioni che hanno portato prima Thiago Silva e poi Zlatan Ibrahimovic in Ligue 1.

Dunque, qualora cambiasse qualcosa, il Milan sarebbe pronto a rifarsi vivo. Ma per il momento non se ne parla come ha ribadito la dirigenza milanista. Leonardo, che sembra essere un grande estimatore di Bennacer, dovrà farsene una ragione.

Volendo, però, potrebbe esserci spazio per altre trattative in caso di offerta interessante sul tavolo. Ovvero per Gianluigi Donnarumma, portiere in scadenza nel 2021 e monitorato attentamente dai transalpini, o per Lucas Paquetá, vecchio pupillo del dirigente brasiliano che già lo scorso gennaio ha provato a portare in Francia.

LEGGI ANCHE: TUTTOSPORT – ADDIO MILAN, ECCO DOVE GIOCHERA’ IBRAHIMOVIC