Ricavi Milan – Il dato è pesantemente negativo

Il confronto tra il Milan e le altre maggiori squadre della Serie A sul trend dei ricavi è negativo. Non c’è stata crescita del club rossonero rispetto al 2011.

Ricavi Milan dato negativo
Ivan Gazidis (Foto Ac Milan)

Il fondo Elliott Management Corporation ha ereditato un Milan con conti pessimi, non c’è dubbio. Da anni il bilancio registra forti passivi e anche sotto la nuova gestione la situazione non è cambiata.

L’ingaggio di Ivan Gazidis come amministratore delegato va nella direzione di una migliore razionalizzazione dei costi e di un aumento dei ricavi. La crescita del fatturato è fondamentale, anche se non facile quando mancano risultati sportivi. Senza coppe europee, in particolare la Champions League, diventa complicato giungere a una svolta vera.

Il portale Calcioefinanza.it mette in evidenza come si sono evoluti gli introiti dei maggiori club italiani dal 2011 al 2019. Hanno tutti registrato aumenti, anche significativi, tranne il Milan. Per il club rossonero la variazione è stata di -11,0%. La Juventus è cresciuta del 201,8%, seguita a distanza da Napoli e Inter.

Dieci anni fa il Milan era al top in Italia per fatturato, ma non è riuscito a progredire. Anzi, ha perso. Pesa certamente la mancata partecipazione alla Champions League, che garantisce introiti diretti e indiretti notevoli. Nella prossima stagione il Diavolo resterà ancora fuori da tale competizione e alla ripresa del campionato dovrà fare di tutto per andare almeno in Europa League.

2011 2019
Juventus 153,8 464,3 201,8%
Napoli 115,4 205,8 78,3%
Inter 216,1 373,2 72,7%
Lazio 74,9 122,7 63,8%
Roma 143,8 232,8 61,9%
Milan 242,2 215,5 -11,0%

LEGGI ANCHE -> DUE BIG VOGLIONO ROMAGNOLI: PRONTE CONTROPARTITE PER IL MILAN