Gazidis, progetto triennale con Rangnick: non solo lo stadio

La Gazzetta dello Sport illustra il piano di Gazidis: un progetto triennale per rilanciare il Milan. Con Rangnick in panchina.

Milan progetto Gazidis
Ivan Gazidis (foto acmilan.com)

Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, Ivan Gazidis ed Elliott Management hanno in testa un progetto triennale per il Milan. Ma c’è un aspetto che da Londra vogliono chiarire: il nuovo stadio è una priorità, ma non è di certo il loro unico pensiero.

Elliott è consapevole che ci vorrà del tempo per riportare il Milan in alto. In questi primi (quasi) due anni, la proprietà ha già speso un bel po’ di soldi, ma sa che dovrà sborsarne ancora di più. I prossimi dovrebbero essere quelli per convincere Ralf Rangnick: non c’è nessun dubbio, Gazidis lo vuole per il suo progetto e ci proverà fino alla fine.

La Gazzetta sottolinea che la situazione con l’allenatore tedesco non è cambiata: non ci sono aggiornamenti, né in positivo né in negativo. La situazione è in stand-by, almeno all’apparenza. Ci saranno sicuramente passi avanti in caso di ripresa della Serie A e al termine del campionato.

E poi ancora: con Rangnick, Elliott vuole costruire una squadra di prospettiva, a costi sostenibili, ma che possa dare risultati a breve termine. Solo così sarà possibile attirare nuovi sponsor e avviare in concreto il progetto di rilancio economico del club. Su questo aspetto stanno già lavorando Geoffrey Monacada e Hendrik Almstadt, braccio destro di Gazidis.

LEGGI ANCHE >> 28 MAGGO 2003: MILAN CAMPIONE D’EUROPA