Donnarumma-Milan, la soluzione per evitare il disastro 

Milan, urge un’accelerata per Gianluigi Donnarumma. La scadenza si avvicina minacciosamente e spunta una potenziale soluzione intermedia per evitare il disastro. 

Donnarumma Gigio
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

Milan, è sempre più corsa contro il tempo per Gianluigi Donnarumma. Perché la scadenza nel 2021 incombe minacciosamente, il Diavolo è spalle al muro e c’è un disastro apocalittico da evitare. E al momento solo due vie sono percorribili: un rinnovo a strettissimo giro, soprattutto adesso che ricomincia il campionato, o la cessione immediata.

Altrimenti si andrà dritti verso un’uscita a parametro zero. Impensabile considerando l’enorme e surreale danno economico per la società rossonera. Ma la crisi scaturita dall’emergenza coronavirus, riferisce La Gazzetta dello Sport, concede adesso un leggero vantaggio a Elliott Management Corporation.

L’attuale ingaggio da 6 milioni netti, che andrebbe inevitabilmente rilanciato con un contratto nuovo, ha infatti fatto sparire della scena alcune delle pretendenti in fila per il classe 99. Squadre interessate che tornerebbero in corsa solo se Mino Raiola proponesse il calciatore da svincolato al prossimo giro.

Così ora il Milan ha una ghiotta occasione davanti. E potrà sfruttarla proponendo a Donnarumma una vita intermedia tra una cessione che comunque dispiacerebbe al giocatore di fede milanista e un contratto lungo di cui comunque non si fida data l’attuale dimensione del club e le sue legittime ambizioni.

La soluzione pertanto – evidenzia il quotidiano – sarebbe quella di allungare l’intesa per altri 12 mesi, congelando in pratica l’attuale situazione all’estate successiva quando entrambe le parti si preparerebbero nel miglior modo possibile per un’eventuale separazione. Ne uscirebbero tutti felici e contenti così. Nessuno si farebbe male e non si rischierebbe macchie di immagine come nel 2017.

LEGGI ANCHE: MILAN-RANGNICK, TENSIONE ALL’ORIZZONTE: ECCO PERCHE’