Caldara spiega il flop al Milan: “Ecco cosa mi ha frenato”

Mattia Caldara è tornato a parlare dell’avventura negativa vissuta al Milan, dove gli infortuni non gli hanno dato pace. All’Atalanta cerca riscatto adesso.

Caldara flop Milan
Mattia Caldara in azione con l’Atalanta (©Getty Images)

Da gennaio 2020 Mattia Caldara ha fatto ritorno all’Atalanta per rilanciarsi, dopo una stagione e mezza negativa al Milan. I costanti problemi fisici gli hanno impedito di dimostrare il suo valore in rossonero.

Intervistato dal Corriere di Bergamo, il difensore ha spiegato cosa non ha funzionato nell’esperienza a Milano: «Gli infortuni non hanno aiutato. I continui fastidi non mi permettevano di allenarmi bene. Fortunatamente a livello fisico ho recuperato e lotterò per tornare ai miei livelli».

Caldara è tornato all’Atalanta con la formula del prestito fino a giugno 2021 e c’è un diritto di riscatto fissato a circa 15 milioni di euro. Per adesso, però, non pensa al futuro: «Al momento no. Sono concentrato sul presente e voglio dimostrare di essere il giocatore che hanno visto a Bergamo prima che andassi via».

Il centrale bergamasco era arrivato al Milan nell’estate 2018 in uno scambio con Leonardo Bonucci, tornato alla Juventus. Sembrava destinato a diventare un perno della difesa rossonero al fianco di Alessio Romagnoli, ma gli infortuni hanno stravolto i piani suoi e del club. Un vero peccato. Ora il giocatore spera di rilanciarsi definitivamente in maglia nerazzurra, sperando di riprendersi anche la Nazionale.

LEGGI ANCHE -> CALCIOMERCATO MILAN, IL LIVERPOOL PUÒ PROPORRE UNO SCAMBIO