Il Milan torna a vincere: poker al Lecce, segna anche Leao

Castillejo Calhanoglu Bonaventura Lecce Milan
Samuel Castillejo, Hakan Calhanoglu e Giacomo Bonaventura (Getty Images)

Stasera allo stadio Via del Mare si è giocata Lecce-Milan, partita valida per la 27^ giornata del campionato Serie A 2019/2020. La squadra di Stefano Pioli riesce a conquistare 3 punti preziosi.

I rossoneri si impongono con il risultato finale di 4-1. Al vantaggio di Samuel Castillejo ha risposto il calcio di rigore di Mancosu, poi il Diavolo ha allungato con Giacomo Bonaventura, Ante Rebic e Rafael Leao. Successo importante in chiave Europa League.

Serie A, Lecce-Milan: il racconto del primo tempo

Primi istanti di match con un Lecce che mostra coraggio e voglia di giocarsela a viso aperto. Al 3′ buona azione del Milan, ma Bonaventura non riesce ad anticipare il difensore avversario sul cross di Rebic. I rossoneri prendono le chiavi del gioco, però negli ultimi 20 metri manca la giocata giusta.

Al 14′ Castillejo tenta il tiro mancino dalla distanza, il pallone termina fuori non di molto dopo una deviazione. Sugli sviluppi del corner occasione per Bonaventura, che da posizione ravvicinata ma leggermente defilata si fa respingere il tiro da Gabriel. Al 17′ ottima ripartenza del Milan che di conclude con il tiro in area di Castillejo con il destro respinto da Gabriel in angolo.

Al 20′ Gabriel respinge anche la conclusione di destro dalla distanza di Kessie. Cinque minuti dopo Theo Hernandez impegna il portiere del Lecce con un tiro basso dall’interno dell’area. Al 26′ gol del Milan con Castillejo, che trova la zampata di interno sinistro sul cross rasoterra di Calhanoglu.

Al 28′ Kjaer rimane a terra dolorante al ginocchio destro dopo uno scontro con Saponara. Dopo le cure mediche il difensore danese torna in campo, ma non sta bene. Milan discreto, fa buon pressing e contiene ogni tentativo dei pugliesi. Al 35′ ripartenza insidiosa del Lecce, ma Falco si fa deviare il tiro in area rossonera.

Al 36′ gol di Meccariello annullato per fuorigioco millimetrico. Al Milan è andata bene, il giocatore leccese era stato lasciato colpevolmente smarcato. Al 40′ Pioli deve togliere Kjaer per infortunio e mettere Gabbia. Il difensore danese non ce la fa, ginocchio troppo dolorante.

L’arbitro Valeri concede quattro minuti di recupero. Nel primo Petriccione prova una conclusione di destro dalla distanza, ma non trova la porta. Il direttore di gara ammonisce Pioli per proteste. Sugli sviluppi di una punizione tiro al volo di Gabbia centrale, para Gabriel. Sulla ripartenza Lapadula ha l’occasione dell’1-1, ma davanti a Donnarumma col sinistro manda fuori. Poi deve uscire perché la caviglia sinistra è molto dolorante.

Il primo tempo a Lecce termina 1-0 per il Milan grazie alla rete di Samu Castillejo. La squadra di Pioli meglio di quella di Liverani, ma nelle ultime fasi della prima frazione di gioco ha concesso un po’ troppo.

Serie A, Lecce-Milan: il racconto del secondo tempo

A inizio ripresa Liverani inserisce Babacar al posto dell’infortunato Lapadula. Al 49′ ammonito Lucioni per fallo netto su Rebic. Al 51′ buona azione del Lecce, su cross basso di Saponara arriva il tiro di Babacar che non inquadra la porta però.

Al 53′ Valeri concede rigore ai giallorossi per fallo di Gabbia su Babacar. Dal dischetto si presenta Mancosu, che al 54′ spiazza Donnarumma e regala l’1-1 al Lecce. Il Milan riallunga subito poco dopo con Bonaventura, che mette in rete dopo il tiro di Calhanoglu respinto da Gabriel. 2-1 allo stadio Via del Mare.

Al 58′ 3-1 rossonero con Rebic, bravo a sfruttare la prateria di campo lasciatagli libera dal Lecce. Calhanoglu lo serve bene e poi per il croato è facile battere Gabriel. Al 63′ ammonito Gabbia per fallo su Babacar. Due minuti dopo punizione da posizione pericolosa a favore del Lecce, ma il tiro di Mancosu viene deviato e il Milan si salva.

Al 67′ Pioli mette Saelemaekers e Leao al posto di Castillejo e Rebic. Al 72′ preciso cross di Conti per la testa di Rafael Leao, che fa 4-1 a pochi passi dalla porta. Il Milan chiude la partita a Lecce e poi si dedica principalmente a gestire. Il Lecce fa un pressing scarso, ormai la sconfitta è sancita.

All’86’ fuori Bonaventura per Paquetà, mentre Biglia sostituisce Kessie. Il Milan mantiene il possesso palla e il Lecce rimane a guardare. L’arbitro Valeri concede due minuti di recupero, al termine di quali il Milan può esultare.