Home Milan News Milan-Roma 2-0, le pagelle della Gazzetta: muro Kjaer, insidia Saelemaekers 

Milan-Roma 2-0, le pagelle della Gazzetta: muro Kjaer, insidia Saelemaekers 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:50

Milan-Roma 2-0, ecco i voti de La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Il migliore per i rossoneri è Stefano Pioli, spiccano poi quattro rossoneri in campo. 

Milan-Roma (©Getty Images)

Milan-Roma 2-0, non ci sono bocciati tra le fila rossonere per La Gazzetta dello Sport oggi in edicola. Tutti ampiamente promossi, col voto più alto che va direttamente Stefano Pioli: 7.5 al mister, il cui merito è presentare una squadra organizzata e farle cambiare ritmo al momento giusto nella ripresa.

Milan-Roma, le pagelle della Gazzetta

Voto 6 per Gianluigi Donnarumma impegnato soltanto in un paio di smanacciate. Sufficienza anche per Andrea Conti, 7 per Simon Kjaer, 6.5 per Alessio Romagnoli e 7 per un Theo Hernandez all’inizio in difficoltà e poi in risalita nella ripresa, fino al rigore guadagnatosi nel finale.

6 in pagella per un Frank Kessie forse meno intraprendente ma comunque efficace, 6.5 per Ismael Bennacer che fa sempre ripartire l’azione con lucidità e che si propone in aiuto senza cedimenti. Va invece un modesto 6 a un Samuel Castillejo a velocità ridotta, il quale si accontenta di restare defilato in ripiegamento.

6.5 per Hakan Calhanoglu che insacca il 2-0 e si fa così perdonare per il precedente errore di testa, 6 per Giacomo Bonaventura che non brilla e che spreca anche una grossa occasione. Voto 7 per un Ante Rebic ingabbiato per gran parte del match ma capace di graffiare al momento giusto. 7 anche per uno scatenato Alexis Saelemaekers: entra, spacca la partita e mette lo zampino anche nella rete dell’1-0.

Bene anche Lucas Paquetá: 6.5 per il brasiliano. Finora eterno incompiuto, l’ex Flamengo trova il suo quarto d’ora di gloria. E’ infatti molto più vivace, più incisivo e determinante nell’azione del vantaggio. Finalmente segnali incoraggianti. Non valutabile invece Rafael Leão entrato appena nei minuti finali.

LEGGI ANCHE: “QUASI ZOPPO”. LA RIVELAZIONE DI PIOLI DOPO MILAN-ROMA