Pioli, addio sicuro. E Maldini anche sembra aver deciso

Stefano Pioli e Paolo Maldini: come evidenzia il Corriere della Sera oggi in edicola, gli scenari sembrano già abbastanza chiari in vista del finale di stagione. Al tecnico non basterà un’eventuale qualificazione europea, mentre il Dt non sembra accettare compromessi.

Paolo Maldini (©Getty Images)

Finisce 2-2 tra Napoli e Milan allo stadio San Paolo, per un risultato che in fondo va bene a entrambe. Meglio gli azzurri di Gennaro Gattuso che hanno creato di più, ma il Diavolo, pur apparendo piuttosto stanco e annebbiato, è bravo a restare in partita e a strappare un prezioso e pesante punto finale.

Inevitabile soddisfazioni per Stefano Pioli al triplice fischio. Il tecnico, all’uscita del campo, sorride ed ha ragione come evidenzia il Corriere della Sera oggi in edicola, perché strappare un pari agli azzurri in una serata storta è un altro importante segnale di crescita per i rossoneri.

Comunque sia, tutto ciò non basterà al tecnico emiliano. L’addio è inevitabile e al suo posto arriverà quel Ralf Rangnick che Paolo Maldini a gennaio definì inadatto per il club rossonero. Parole di cui il Dt non si è pentito, come riferito ieri nel pre partita: “Quella frase la ripeterei, non era contro una persona, ma contro delle modalità”.

E ancora: “Questa squadra è una grande base, ma solo i giovani non bastano per vincere. Il mio futuro? Deciderò a fine stagione”. A dir la verità – evidenzia il quotidiano -, leggendo tra le righe, sembra che il dirigente abbia anche già deciso. Anche perché in caso di conferma dovrebbe far un passo indietro, accettando un ruolo depotenziato…

LEGGI ANCHE: NAPOLI-MILAN 2-2, LA MOVIOLA: SPUNTA UN GROSSO ERRORE?