Oro Milan, da Theo a Calhanoglu: i giocatori valorizzati da Pioli

La gestione di Stefano Pioli ha permesso di rivalutare diversi calciatori del Milan. Alcuni sono stati letteralmente rilanciati dal mister rossonero.

Milan giocatori valorizzati Pioli
Stefano Pioli (Getty Images)

Ci sono innegabili meriti di Stefano Pioli in questo ottimo periodo di forma, gioco e risultati del Milan. La squadra nel post-lockdown ha avuto un rendimento impressionante.

Oggi La Gazzetta dello Sport spiega che diversi giocatori sono stati valorizzati in questo periodo e l’organico ora risulta rivalutato rispetto alla prima parte di stagione. Il mister ci ha messo molto del suo e merita elogi per questo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La pronuncia corretta di Saelemaekers: l’esterno fa chiarezza | VIDEO

Milan, i giocatori valorizzati grazie a Pioli

I primi ad aver subito dato risposte positive sotto la gestione Pioli sono stati Theo Hernandez e Ismael Bennacer. Il terzino sinistro francese ha fatto vedere di poter essere veramente devastante sulla fascia, riuscendo anche a segnare dei gol oltre che a servire assist. L’algerino invece è il regista di centrocampo che da tempo mancava e col Bologna ha trovato anche la via del gol finalmente. Entrambi valgono circa 50 milioni oggi.

Da inizio 2020 è esploso anche Ante Rebic. Il croato era stato completamente anonimo nei primi mesi al Milan, ma nell’anno nuovo c’è stata una svolta. Con 11 gol in Serie A e 1 in Coppa Italia è il capocannoniere della squadra.

Anche Samuel Castillejo è cresciuto molto. L’addio di Jesus Suso gli ha aperto le porte alla titolarità e lui non ha deluso. Nella passata stagione non aveva avuto modo di mettersi in mostra, adesso è un giocatore molto importante che deve solo migliorare in quanto ad apporto di gol.

Valorizzati molto sono anche Franck Kessie e Hakan Calhanoglu, che nel periodo post-lockdown sono costantemente tra i migliori in campo. Impressionante il rendimento del mediano ivoriano, divenuto finalmente efficace in mezzo al campo. Il suo valore è risalito verso i 35-40 milioni. E anche il turco ha fatto progressi in quanto a incisività: è arrivato a quota 9 gol, bottino migliore da quando gioca in Italia. Considerando che il contratto scade tra meno di un anno, un ipotetico prezzo può essere sui 25 milioni.

Anche Rafael Leao da qualche partita ha fatto vedere di non essere solo fumo e niente arrosto. Ha segnato 3 gol e regalato un assist da quando è ripresa la stagione. Ha fatto intravedere i motivi per i quali il Milan spese circa 24 milioni per acquistarlo dal Lille un anno fa.

Con Pioli c’è stato pure il rilancio di Simon Kjaer, che all’Atalanta era stato una comparsa nella prima parte di stagione ed è poi diventato un pilastro della difesa del Milan. E sta emergendo anche Alexis Saelemaekers, costato 7 milioni e che contro il Bologna ha segnato il suo primo gol rossonero. Il giovane belga è in crescita.

LEGGI ANCHE -> Milan, mezza squadra in diffida: la situazione verso il Sassuolo