Milan-Atalanta 1-1, pagelle e tabellino: Calhanoglu, bene a metà. Flop Biglia

Milan e Atalanta si regalano un punto a testa. Un risultato giusto per quanto visto in campo. Si ferma la corsa dei rossoneri verso l’Europa. 

Calhanoglu Milan Atalanta

PRIMO TEMPO: primi minuti di studio delle due squadre, con l’Atalanta che prova a impensierire Donnarumma con un tiro dalla distanza di De Roon che termina poco lontano dalla porta. Al 14′ passa però il Milan con un calcio di punizione magistrale di Calhanoglu che a giro infila il pallone dove Gollini non può mai arrivare.

I rossoneri continuano l’assalto all’area dell’Atalanta e sfiorano addirittura il 2-0 con Laxalt, ma Gollini stavolta si oppone e devia in angolo. Al 25′ sciocchezza di Biglia che interviene con troppa veemenza su Malinovskyi: Doveri controlla il VAR e assegna il rigore. Sul dischetto va lo stesso ucraino, ma Donnarumma è super e para il penalty.

Cinque minuti più tardi contropiede perfetto del Milan ispirato da Ibrahimovic. Lo svedese serve un pallone illuminante per Calhanoglu, l’ex Leverkusen calcia con forza ma il pallone sbatte sulla traversa. Al 34′ pari dell’Atalanta che dopo una serie di rimpalli segna con Zapata.

SECONDO TEMPO: nella ripresa meglio l’Atalanta all’avvio, che ha delle buone opportunità con Freuler e Gomez. Il Milan però va vicino al nuovo vantaggio con Saelemaekers, ma il belga non riesce a colpire bene in area.

L’Atalanta continua ad amministrare meglio il pallone, ma è ancora il Milan a essere pericoloso con Bonaventura che colpisce il palo sugli sviluppi di un veloce contropiede. Poi poco nulla, se non qualche sortita offensiva dei bergamaschi che non impensieriscono Donnarumma.

Milan-Atalanta, voti e tabellino

Marcatori: 14′ Calhanoglu, 34′ Zapata

Ammoniti: 25′ Biglia, 38′ Toloi

Espulsi: //

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma 7; Calabria 6, Kjaer 6,5, Gabbia 6, Laxalt 5,5; Kessié 6,5, Biglia 5; Saelemaekers 5,5, Calhanoglu 6,5, Rebic 6; Ibrahimovic 6.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 5,5; Toloi 5 (dal 46′ Sutalo 6), Caldara 6,5 , Djimsiti 6; Hateboer 5,5, De Roon 6, Freuler 5,5 (dal 68′ Pasalic 6) Gosens 5,5 (dal 69′ Castagne 6); Malinovskyi 5 (dal 57′ Muriel 6), Gomez 6,5 (dal 89′ Colley s.v.); Zapata 6,5.

Milan-Atalanta, le pagelle

Donnarumma 7: nel giorno della prima volta da capitano, para il rigore a Malinovskyi e compie diverse altre parate importanti.

Calabria 6: gioca perlopiù per contenere le offensive di Gosens, quando sale offre sempre dei cross preziosi.

Kjaer 6,5: non una serata semplice, Zapata è un cliente che non vorresti mai avere. Il danese però si fa trovare sempre pronto in anticipo e regge fisicamente. Sul gol del pari dell’Atalanta non ha colpe. Nonostante i problemi fisici, altra ottima gara dell’ex Palermo.

Gabbia 6: il giovane rossonero gioca una partita senza particolari sbavature. Si limita al compito di marcare Malinovskyi e lo fa egregiamente.

Laxalt 5,5: sostituire Hernandez è un’impresa. L’uruguaiano non si fa mai sentire in proiezione offensiva. Sulla sua fascia Hateboer non gli crea problemi, la musica cambia quando entra Muriel.

Kessie 6,5: ancora una prova di grande sostanza per l’ivoriano, l’unico costante in tutta la gara che regge il pressing orobico.

Biglia 5: ancora una prova da dimenticare per il centrocampista argentino. Prima provoca il rigore e rischia l’espulsione, poi non riesce mai a far ripartire la manovra. L’assenza di Bennacer si è sentita (dal 61′ Krunic 6: il croato entra per mettere in campo muscoli e fiato. Svolge il suo compito senza eccellere)

Saelemaekers 5,5: aiuta in maniera diligente Calabria sulla fascia destra per marcare Gosens. Il belga è bravo in copertura, ma pecca molto nella fase offensiva. Sbaglia malamente un’occasione offerta da Leao. (dal 68′ Castillejo 5,5: lo spagnolo entra ma è ancora il lontano parente di quello visto prima dell’infortunio)

Calhanoglu 6,5: buon primo tempo per il turco che segna un gol meraviglioso su punizione. Nel secondo si perde e non riesce ad incidere (dal 61′ Bonaventura 6: il centrocampista marchigiano entra con voglia di incidere e colpisce un palo).

Rebic 6: vedi Calhanoglu. Primo tempo da indemoniato, spento nel secondo. (dal 60′ Leao 6,5: entra e porta grande vivacità all’attacco rossonero. Buono l’ingresso del portoghese).

Ibrahimovic 6: lo svedese più in veste assist-man, cerca di giocare da regista avanzato della squadra. Serve qualche pallone interessante che però non viene sfruttato a dovere. Una partita difficile ma di grande sacrificio per Ibra.

Pioli 6.5: il tecnico rossonero ha provato tutte le pedine a disposizione, cambiando tutto il centrocampo quando ha notato una particolare sofferenza. La volontà è sempre quella di vincere, come dimostrano i cambi di Leao e Castillejo.

Alex Baldarelli

MILAN-ATALANTA: GOL E HIGHLIGHTS