Ripetizione Roma-Fiorentina: la decisione ufficiale del club viola

La Fiorentina ha effettuato una scelta dopo aver analizzato la possibilità di chiedere la ripetizione del contestato match perso contro la Roma.

Ripetizione Roma Fiorentina decisione
Jordan Veretout su rigore in Roma-Fiorentina (Getty Images)

L’arbitro Daniele Chiffi nel mirino della critica per la direzione di Roma-Fiorentina. Il rigore decisivo concesso ai giallorossi è stato oggetto di discussioni, perché da parte sua c’è stato più di un errore.

L’ex fischietto Graziano Cesari ha persino rivelato che c’era la possibilità per il club viola di sporgere reclamo per far invalidare la partita. Una decisione da prendere entro 24 ore dalla partita.

La Fiorentina tramite un comunicato ufficiale ha annunciato la propria scelta:

La Fiorentina informa di non aver presentato ricorso in merito a quanto accaduto ieri sera in occasione del secondo rigore concesso alla Roma, in quanto – dopo un’analisi approfondita – ritiene preventivamente nulla la possibilità di ottenere qualsiasi tipo di successo.
Questo in quanto le regole attuali, incluse quelle del protocollo VAR, e la loro applicazione hanno ancora una forte preponderanza per l’assoluta discrezionalità dell’arbitro di gara su determinate situazioni.
Nel caso di Roma Fiorentina ciò si è anche tradotto nella scelta dell’arbitro di non ricorrere alla tecnologia, il che avrebbe potuto consentire di correggere quello che si ritiene e che tutti gli addetti ai lavori hanno analogamente condiviso un errore di valutazione sulla dinamica dell’azione di gioco.
La società continua a farsi promotrice affinché il dialogo istituzionale tra i vari soggetti del mondo del calcio porti presto a regole più chiare e uniformi, così da ridurre il più possibile i margini di errore.

La società toscana ha preferito evitare di richiedere la ripetizione del match disputato allo stadio Olimpico. Non c’era possibilità che il ricorso potesse avere successo, dunque sarebbe stato tempo perso intraprendere questa strada. Rimane comunque grave l’errore dell’arbitro Chiffi, che doveva fermare l’azione quando un suo tocco aveva favorito Carles Perez.

LEGGI ANCHE -> Calhanoglu elogia Pioli: “Allenatore importante, ha fatto un grande lavoro”