Milan-Cagliari 3-0, pagelle e tabellino: riscatto Ibrahimovic, super Calabria

Il Milan batte 3-0 il Cagliari e chiude al sesto posto in classifica. Un autogol di Klavan apre le marcature, seguono Ibrahimovic e Castillejo. Lo svedese fallisce un rigore nel primo tempo.

Milan-Cagliari

PRIMO TEMPO: parte meglio il Milan che vuole subito far valere la superiorità tecnica in campo. Al 10′ i rossoneri passano in vantaggio: palla persa da Walukiewicz, ne approfitta Leao che parte in velocità e batte Cragno, ma il pallone finisce sul palo e torna in campo; il pallone sbatte addosso allo sfortunato Klavan ed entra in porta. Al 22′ l’occasione del 2-0 capita sui piedi di Ibrahimovic, ma trova un super Cragno che da due passi gli dice di no. Un minuto più tardi Calabria sale sulla fascia e serve un bel cross per Leao: il portoghese si esibisce con una rovesciata plastica che scheggia la traversa e finisce sul fondo. L’ex Lille sarà costretto a uscire per infortunio.

Al 43 l’arbitro assegna un calcio di rigore al Mian per un fallo di mano di Ceppitelli. Sul dischetto si presenta Ibra che si fa ipnotizzare da Cragno.

SECONDO TEMPO: nella ripresa il copione è lo stesso: il Milan attacca in maniera forsennata e il Cagliari prova a difendersi. Al 48′ Calhanoglu si divora un gol già fatto su assist perfetto di Ibrahimovic. Lo stesso svedese si fa poi perdonare il rigore fallito nel primo tempo segnando una rete pazzesca che porta il Milan sul 2-0.

Al 57′ è Castillejo a trovare la terza rete posizionandosi bene in area e ricevendo un assist al bacio di Bonaventura: lo spagnolo spalle alla porta si gira di scatto e batte Cragno. Sul 3-0 la gara non trova più particolari sussulti, se non la possibilità del Cagliari di accorciare al 90′, ma Donnarumma si fa trovare pronto.

Milan-Cagliari 3-0, voti e tabellino

Marcatori: 11′ (AUT) Klavan, 55′ Ibrahimovic, 57′ Castillejo

Ammoniti: Pereiro, Faragò, Cragno, Saelemaekers

Espulsi: //

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma 6; Calabria 6,5, Gabbia 6, Kjaer 6,5  (dal 79′ Duarte s.v.), Hernandez 6; Bennacer 6 (dal 65′ Brescianini 6, Kessié 6,5; Castillejo 6,5 (dal 65′ Maldini 6), Calhanoglu 5,5, Leao 6,5 (dal 38′ Bonaventura 6,5); Ibrahimovic 6,5).

CAGLIARI (3-5-1-1): Cragno 6,5; Walukievicz 5,5, Ceppitelli 5(dal 62′ Carboni 6, Klavan 4,5 (dal 62′ Ladinetti 6); Mattiello 5,5, Faragò 5,5, Ionita 5 (dal 79′ Marigosu s.v.), Nandez 5,5, Lykogiannis 5; Pereiro 5,5 (dal 62′ Paloschi 6); Simeone 5 (dal 89′ Pavoletti s.v.)

Milan-Cagliari, le pagelle

Donnarumma 6: serata praticamente da spettatore non pagante, nessun intervento degno di nota fino al 90′ quando vola a impedire al Cagliari di segnare.

Calabria 6,5: buona la prova del terzino rossonero che ha modo di farsi vedere come elemento aggiunto dell’attacco rossonero, offrendo molti preziosi cross.

Kjaer 6,5: nei colpi di testa non fallisce praticamente mai e in anticipo i palloni sono tutti i suoi. Elemento valido e affidabile che tornerà molto utile nella prossima stagione (dal 79′ Duarte s.v.)

Gabbia 6: il Cagliari non impensierisce mai, ma il giovane difensore è sempre puntuale e concentrato.

Hernandez 6: una serata in cui si limita al compitino difensivo, lasciando al suo collega sulla destra la possibilità di galoppare sulla fascia.

Kessie 6,5: recupera un’infinità di palloni. A questi ritmi, per uno abituato a una maratona in campo, è una passeggiata.

Bennacer 6: partita di ordinaria amministrazione per il centrocampista algerino. Si limita a dirigere e smistare i palloni e lo fa in maniera ottimale (dal 65′ Brescianini 6)

Castillejo 6,5: lo spagnolo offre sempre la sua imprevedibilità sulla destra. Sembra tornato ai livelli del pre-infortunio, impensierendo spesso la difesa sarda. Segna il gol del 3-0 grazie all’assist di Bonaventura (dal 65′ Maldini 6)

Calhanoglu 5,5: serata poco brillante per il turco, che compie un evidente passo indietro. Non crea mai nulla di particolarmente pericoloso e fallisce un gol a porta sguarnita. Serata no ( dal 66′ Saelemaekers 5,5: il belga deve crescere ancora molto. Entra e dopo un minuto si fa ammonire. Pioli lo rimprovera e lo redarguisce e lui esegue, ma l’inesperienza si vede ancora molto).

Leao 6,5: il portoghese era partito bene facendo impazzire la retroguardia del Cagliari con diverse accelerazioni. Una di queste porta all’autogol di Klavan. Sfortunato. (dal 38′ Bonaventura 6,5: sarà probabilmente la sua ultima gara con il Milan. Esempio di professionalità e attaccamento alla maglia, dimostrate anche stasera.

Ibrahimovic 6,5: un’altra prestazione sontuosa dello svedese, che però macchia la sua gara con il rigore fallito del primo tempo. Si fa perdonare con un gol alla Ibra di strapotenza nella ripresa.

Pioli 6.5: il tecnico rossonero ha realizzato un miracolo sportivo. Ha preso una squadra distrutta fisicamente e psicologicamente e l’ha resa capace di segnare una media di tre gol a partita, subendone pochissimi. Chapeau.

MILAN-CAGLIARI 3-0: GLI HIGHLIGHTS

Alex Baldarelli