Milan, problema amichevoli: colpa del Covid

Stefano Pioli vorrebbe disputare amichevoli estive all’estero, ma i protocolli anti-Covid sembrano negare questa opzione.

Pioli amichevoli Milan
Stefano Pioli (©Getty Images)

Il Milan sarà la prima squadra di Serie A a radunarsi. Il 24 agosto tutti i calciatori dovranno rispondere alla chiamata di mister Pioli presso il centro di Milanello.

Pioli vorrebbe inoltre disputare delle amichevoli all’estero, per preparare al meglio la sua squadra in vista del campionato e dei preliminari di Europa League.

Come riporta però la Gazzetta dello Sport, l’ipotesi appare molto difficoltosa. Le amichevoli all’estero potrebbero essere bloccate o sospese per colpa della seconda ondata di contagi per Covid-19.

Difficile che la FIFA possa dare l’ok a disputare match di preparazione in giro per il mondo, visti i meticolosi protocolli che variano da paese a paese. Il Milan, così come le altre squadre italiane, sembra destinato a svolgere la preparazione unicamente in casa propria.

LEGGI ANCHE -> MILAN, TORNA DI MODA IL NOME DI ODEGAARD