Milan, Gazidis avvisa i tifosi: “Il nuovo stadio sarà unico”

Ivan Gazidis torna a ribadire l’importanza per il Milan di dotarsi di un nuovo stadio, asset fondamentale per avere una crescita decisa dei ricavi.

Gazidis nuovo San Siro
Ivan Gazidis (©Getty Images)

Il Milan punta molto sul progetto stadio per una svolta futura. Oltre ai risultati sportivi, è importante avere anche una crescita economica e disporre di un nuovo impianto è ritenuto fondamentale.

Il club rossonero e l’Inter sono impegnati in questo progetto e c’è fiducia sulla realizzazione. Ci sono ancora alcuni ostacoli istituzionali da superare, però trapela ottimismo. Un nuovo stadio sorgerà nell’area di San Siro, mentre il Giuseppe Meazza verrà destinato ad altre funzioni.

Gazidis sul nuovo stadio del Milan

Ivan Gazidis al Daily Mail ha così parlato dei piani per il nuovo stadio: «San Siro è uno stadio iconico, racchiude molta storia e rispettiamo questo. Ma il modo migliore per onorare quella storia è creare un futuro per il club che sia assolutamente vivace e che abbraccerà e coinvolgerà la prossima generazione di tifosi. Il Giuseppe Meazza non è attrezzato per quel futuro. Diverse strutture non sono come vorremmo che fossero».

L’amministratore delegato del Milan ribadisce che è fondamentale costruire un nuovo impianto, perché l’attuale non è all’altezza delle sfide del futuro: «C’è sicuramente un attaccamento emotivo a San Siro e si può avere una discreta esperienza durante le partite. Però ci sono anche molti problemi. In Inghilterra c’è un’esperienza che non si limita ai 90 minuti e noi non abbiamo questa opportunità oggi. Il nuovo stadio sarà un ambiente migliore per vivere il calcio».

Il manager sudafricano prosegue parlando così del progetto: «Ci assicureremo di preservare tutti gli elementi migliori di San Siro: la vicinanza al campo, l’inclinazione delle tribune, il suono sarà molto migliore, ma aggiungeremo tutto ciò che ha uno stadio moderno. Quando le persone sperimenteranno il nuovo stadio, capiranno perché è stata fatta la mossa. Non sarà solo un faro per il calcio italiano, ma uno dei migliori – e riteniamo il migliore – in Europa».

L’ex CEO dell’Arsenal è convinto che il nuovo San Siro sarà qualcosa di unico, dando una svolta concreta al Milan: «Il nuovo stadio ci permette di fare cose  che non vedrai da nessun’altra parte. È davvero una situazione unica avere due club così grandi in una città così grande, una città così internazionale dove il calcio è davvero l’esperienza sociale e culturale dominante. Fare questo insieme ci consente davvero di costruire uno stadio che sarà leader mondiale».

Il Milan vuole tornare al top quanto prima e non c’è solamente il nuovo impianto tra i tasselli ritenuti decisivi. Gazidis spiega: «Molte cose devono essere fatte. Lo stadio, per me, è il pezzo fondamentale, ma non è l’unico lavoro che dobbiamo fare. Non mi piacciono le grandi promesse, questo è un viaggio che stiamo facendo, dove i pezzi giusti devono essere messi a posto uno dopo l’altro, tutto nella giusta direzione».