Bakayoko, pressioni sul Chelsea: rifiutata un’offerta, vuole il Milan

Tiemoué Bakayoko spinge per il ritorno al Milan. Non sta prendendo in considerazione altre proposte e vuole convincere il Chelsea a lasciarlo partire.

Bakayoko Milan trattativa bloccata
Tiemoué Bakayoko (©Getty Images)

La trattativa per Tiemoué Bakayoko vive una fase di stallo. Il Milan non ha ancora l’accordo definitivo con il Chelsea, ma spera di trovarlo al più presto.

Il Corriere della Sera spiega che il mediano francese sta facendo pressione sui Blues per tornare in rossonero. Ha rifiutato il trasferimento al Crystal Palace perché la sua priorità è fare ritorno a Milano. Il Chelsea deve ammorbidire la propria posizione sulla cifra del diritto di riscatto a favore del Diavolo.

Il prezzo finale del cartellino di Bakayoko è l’aspetto sul quale i due club devono raggiungere l’intesa. Finora da Londra è stata manifestata la volontà di fissarlo a 30 milioni di euro, mentre Paolo Maldini ha proposto una somma più vicina ai 20 milioni. C’è margine di trovare un accordo, magari inserendo dei bonus nell’operazione.

Il Milan valuta pure delle alternative, ma arrivare a Florentino Luis del Benfica e Boubakary Soumaré del Lille non è affatto semplice. Per il secondo non è neppure percorribile l’idea di effettuare l’affare con la formula del prestito con diritto di riscatto. Mentre per il portoghese il problema è sempre rappresentato dalle cifre.

La mancata intesa per Bakayoko tiene in stand-by la cessione di Rade Krunic, per il quale è arrivata un’offerta da circa 8 milioni proveniente dal Friburgo. La società rossonera intende aspettare il preliminare di Europa League prima di privarsi del centrocampista ex Empoli. Poi il denaro ricavato dalla sua vendita potrebbe aiutare a chiudere per l’acquisto di un nuovo rinforzo in mediana.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Sky – Donnarumma, Raiola non ha chiesto 10 milioni