Calciomercato Milan – Offerta per Soumaré: il retroscena

Il Milan ci ha provato per Boubakary Soumaré nella recente finestra del mercato. La proposta rossonera, però, non ha convinto il Lille a cedere il giocatore.

Calciomercato Milan piano Soumare
Boubakary Soumaré (©Getty Images)

Il Milan aveva pensato di prendere due centrocampisti nell’ultima sessione del calciomercato, ma è arrivato solamente Sandro Tonali. Non è stato trovato l’accordo per un ulteriore innesto, che avrebbe probabilmente comportato la cessione di Rade Krunic.

Per diverse settimane si è parlato della trattativa con il Chelsea per Tiemoué Bakayoko. Paolo Maldini e Frederic Massara ci hanno provato, però non è stato raggiunto un accordo. Il mediano francese ha aspettato i rossoneri finché ha potuto, poi ha accettato il trasferimento nel Napoli di Gennaro Gattuso.

Mercato Milan, il piano per Soumaré

Milan piace Soumare
Boubakary Soumaré piace al Milan (©Getty Images)

Tra i profili nel mirino del Milan anche Boubakary Soumaré, pallino del capo-scout milanista Geoffrey Moncada. Nell’ultima finestra di mercato il Lille ha rifiutato un’offerta da circa 35 milioni di euro del Newcastle United. Anche il Napoli ha chiesto informazioni sul 21enne franco-senegalese, però la richiesta di 35 milioni più bonus ha frenato gli azzurri.

Il portale calciomercato.com rivela che il Milan aveva avviato una vera trattativa con il Lille e c’erano stati contatti diretti con gli agenti del giocatore. Non è stato trovato l’accordo su formula e cifre dell’operazione. Il club rossonero aveva offerto un prestito oneroso da 10 milioni di euro con diritto di riscatto a 25 milioni. Un affare simile a quello concluso con il Brescia per Sandro Tonali, però la società francese ha rifiutato.

Il Milan continuerà a monitorare Soumaré e potrebbe tornare a farsi avanti nella sessione di gennaio 2021. Il centrocampista francese ha caratteristiche che possono tornare molto utili alla mediana di Stefano Pioli.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Rinnovo Calhanoglu-Milan, nuovi contatti a breve: la situazione