Igli Tare racconta il rifiuto al Milan: “Difficile dire no a Maldini”

Igli Tare conferma di aver ricevuto un’offerta da Paolo Maldini per diventare il ds del Milan, ma l’ha respinta per restare alla Lazio.

Igli Tare racconta rifiuto Milan
Igli Tare (©Getty Images)

Nell’estate 2019, dopo l’addio di Leonardo, c’è stata la concreta possibilità che Igli Tare arrivasse al Milan. Per lui era pronto il ruolo di direttore sportivo, finito poi a Frederic Massara.

Avrebbe avuto la possibilità di lavorare con Paolo Maldini e di partecipare al rilancio di uno storico club come quello rossonero, però decise di rimanere alla Lazio. Una scelta rispettabile, dato che è noto il forte legame dell’ex attaccante con la società biancoceleste.

Tare nel corso di una video-intervista concessa a una tv albanese ha avuto modo di parlare anche di Milan: “La mia infanzia è legata al Milan olandese di Sacchi. Sono stato un tifoso da giovane, ho giocato la mia prima partita di Serie A contro il Milan. L’offerta del club è arrivata due stagioni fa da Maldini, ma il mio rapporto con la Lazio è unico. È stato di nato all’improvviso, come un amore che ti travolge. Comunque è stato complicato per me rifiutare il Milan“.

Il direttore sportivo della Lazio ha indubbi meriti nella crescita della squadra allenata da Simone Inzaghi. Ha saputo individuare molti giocatori giusti sui quali puntare e poi il tecnico ci ha messo del suo per valorizzarli. Quest’anno ci sarà anche la Champions League e bisognerà vedere come si comporteranno i biancocelesti con questo impegno ulteriore.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Segui MilanLive.it sui social: Instagram, Twitter e Facebook