Pioli: “Questo Milan è nato a gennaio. Europa League? Puntiamo a vincerla”

Intervista di Stefano Pioli all’emittente Radio anch’io lo sport, nella quale ha spiegato i progressi e la crescita generale della Roma.

Intervista Pioli
Stefano Pioli (foto AC Milan)

L’emittente Radio anch’io lo sport ha intervistato oggi Stefano Pioli, allenatore del Milan che viene dal suo primo derby vinto in carriera.

Il tecnico rossonero ha raccontato le radici su cui si è basata la crescita della sua squadra: “Siamo soddisfatti del nostro inizio, pensiamo una partita alla volta. Questo Milan è nato a gennaio 2020 con gli arrivi di Ibrahimovic, Kjaer Saelemaekers. Siamo un gruppo unito, siamo cresciuto di volta in volta. Arriveranno momenti più duri, ma siamo pronti”.

Le voci su Rangnick non lo hanno mai scalfito: “Il Milan è un gruppo che lavora, sempre. Durante il lockdown si sono dette tante cose, ma siamo tutti rimasti concentrati sull’obiettivo, anche a distanza. Ci siamo conosciuti meglio, è stato importante per la nostra crescita”.

Su Ibrahimovic: “Ci sta dando tanto, anche se la crescita riguarda tutti, non solo lui. Ibra pensa al presente, non ancora a ciò che accadrà. E’ bello vederlo divertirsi nel giocare con noi”.

Il mercato a gennaio può regalare qualcos’altro al Milan: “Ora pensiamo solo al campo, ma con la società c’è un dialogo fitto per rinforzare la squadra. Abbiamo già fatto investimenti importanti per presente e futuro. Bakayoko? Ottimo calciatore ma siamo a posto così a centrocampo”.

Su Tonali: “Per me è un titolare. Ha avuto un’estate difficile per il Covid, ora sta crescendo lavorando con noi. Ci sarà molto utile, possiamo anche cambiare modulo. Vedremo…”.

I rinnovi di contratto più imminenti: “Donnarumma e Calhanoglu sono importanti per noi, la società lo sa bene e sta lavorando per trovare gli accordi giusti”.

Infine sull’avvio dei gironi di Europa League: “Il Milan deve puntare a vincere. Sarà dura, giocando tante gare ravvicinate. Siamo nell’Europa meno prestigiosa, ma proveremo a vincerla. Il girone è molto equilibrato, il Lille sarà l’avversario più temibile”.

LEGGI ANCHE -> CALABRIA RISCHIA LA MAXI-SQUALIFICA