Milan, buone cessioni e mercato in attivo: i capolavori di Maldini e Massara

Paolo Maldini e Frederic Massara protagonisti del rilancio del Milan con affari di mercato azzeccati che hanno migliorato squadra e bilancio.

Milan mercato capolavoro Maldini
Paolo Maldini e Frederic Massara (©Getty Images)

Il Milan sta funzionando in tutti i suoi settori, dalla società fino al campo. I risultati sono evidenti e c’è fiducia per il futuro.

Per quanto riguarda il management sportivo, non c’è dubbio sul fatto che siano state compiute diverse operazioni intelligenti. Il quotidiano Tuttosport oggi evidenzia quanto positivo sia stato l’operato di Paolo Maldini e Frederic Massara nella campagna acquisti-cessioni.

Calciomercato Milan: promossi Maldini e Massara

Il Milan ha concluso l’ultima sessione di calciomercato in attivo per circa 30 milioni di euro. A questa somma va aggiunto anche il risparmio su alcuni ingaggi presenti a bilancio in precedenza. Vero che lo stipendio di Zlatan Ibrahimovic è raddoppiato, però il saldo rimane positivo tra ingaggi “usciti” e quelli nuovi.

Maldini e Massara hanno agito stando attenti alle direttive di Ivan Gazidis, che deve far quadrare i conti, e ci sono riusciti abbastanza bene. Avrebbero certamente voluto fare di più, ad esempio acquistando un nuovo difensore centrale, però nel complesso il loro operato è stato positivo. Sono stati anche tenuti tutti i big.

A livello di cessioni, sono state importanti quelle di Jesus Suso a 24 milioni e quella di Lucas Paquetà a 20 milioni. Due giocatori fuori dal progetto venduti a buone cifre. Con lo spagnolo plusvalenza piena, mentre con l’ex Flamengo una piccola minusvalenza inevitabile considerando la pessima stagione dalla quale era reduce.

Importante anche l’affare con l’Eintracht Francoforte che ha coinvolto Ante Rebic e André Silva. I due giocatori si sono trasferiti a titolo definitivo e le cifre non sono note, ma era importante la conferma dell’attaccante croato in maglia rossonera.

Sono usciti dal bilancio di ingaggi di Lucas Biglia, Pepe Reina, Giacomo Bonaventura, Ricardo Rodriguez e Diego Laxalt (prestito al Celtic). In entrata è stata oculata l’operazione Sandro Tonali, con un prestito oneroso da 10 milioni e un diritto di riscatto da esercitare più avanti. Ottimi anche i riscatti di Simon Kjaer e Alexis Saelemaekers per 3,5 milioni ciascuno.

Brahim Diaz e Diogo Dalot sono arrivati in prestito secco, però possono dare una grande mano. Positivo l’affare da 5 milioni che ha portato Jens Petter Hauge a Milanello. Il talento norvegese era seguito da numerosi club europei.

Maldini e Massara nel mercato di gennaio avranno anche la possibilità di migliorare l’organico, soprattutto se dovesse esserci il passaggio del turno in Europa League. Per la seconda parte della stagione farà comodo qualche rinforzo, sempre stando attenti al bilancio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Milan-Roma, probabili formazioni: torna Bennacer, dubbio trequartista