Pioli ritrova il pupillo Veretout: uniti nel ricordo di Astori

Stefano Pioli ritrova domani sera il suo ex calciatore Jordan Veretout, lanciato e plasmato dal tecnico nella Fiorentina.

Pioli e Veretout
Stefano Pioli e Jordan Veretout (Getty Images)

Domani si abbracceranno calorosamente prima del fischio d’inizio di Milan-Roma. Stefano Pioli e Jordan Veretout si conoscono molto bene e si stimano a vicenda.

Come scrive la Gazzetta dello Sport, Pioli è l’allenatore che ai tempi della Fiorentina ha avuto il merito di far sbocciare il talento e la verve tattica di Veretout. Fu proprio l’attuale mister del Milan a cambiare il suo modo di giocare.

In Francia Veretout, attualmente titolarissimo della Roma, era considerato un buon fantasista. Pioli ebbe l’intuizione di schierarlo come mezzala, dandogli compiti differenti e più consoni alle sue caratteristiche.

Per il mister emiliano Veretout è stato un intoccabile, dal 2017 al 2019. Un vero punto fermo, da tener fuori solo in caso di squalifiche ed infortuni.

Entrambi hanno vissuto da vicino il dramma di Davide Astori, la tragica scomparsa del capitano viola che ha lasciato tutti esterrefatti. Pioli e Veretout sono uniti, come tanti altri vecchi compagni ed amici, nella memoria del difensore, per sempre.

E pensare che Pioli si sarebbe potuto ritrovare il suo pupillo anche al Milan. Nell’estate 2019 i rossoneri furono vicini ad ingaggiare Veretout, ma non trovarono l’accordo decisivo con la viola. Intervenne dunque la Roma di Fonseca, che si è assicurata uno dei centrocampisti più dinamici in circolazione.

LEGGI ANCHE -> MILAN-ROMA, PROBABILI FORMAZIONI