Albertini parla di Locatelli e alimenta i rimpianti del Milan

Locatelli sta diventando un calciatore fortissimo e un grande come Albertini lo riconosce. Le sue parole aumentano i rimpianti del Milan. 

Albertini parla di Locatelli
Manuel Locatelli (©Getty Images)

Manuel Locatelli si sta letteralmente prendendo la scena. Perno del super Sassuolo di Roberto De Zerbi, ora è diventato un calciatore importante anche per la Nazionale. Roberto Mancini lo ha convocato di nuovo, e non solo: lo ha schierato ancora titolare e ha ottenuto risposte di rilievo. In poco tempo l’ex Milan si è trasformato in un centrocampista di altissimo livello.

Prestazioni evidenti, tanto che la Juventus sta cominciando a ragionare su un possibile colpo futuro. I bianconeri in estate hanno avviato un ricambio generazionale: Manuel potrebbe essere quell’elemento giovane e italiano da mettere al centro del progetto. I consigli di Andrea Pirlo lo aiuterebbero e non poco a crescere ancora di più. Paratici ci pensa, ma nel frattempo il Sassuolo se lo coccola. E in casa Milan qualche rimpianto sta iniziando a venir fuori.


Leggi anche:


Albertini elogia Locatelli: “E’ il futuro”

Demetrio Albertini, un grandissimo ex rossonero, riconosce la crescita esponenziale di Locatelli. Intervenuto a FanPage.it, l’attuale presidente del settore tecnico della FIGC – che ha appena pubblicato un libro, “Ti racconto i Campioni del Milan” – ha speso belle parole per il centrocampista.

Un giocatore che è cresciuto tantissimo, che mi sta impressionando davvero tanto, è Manuel Locatelli. Si è trasformato da centrocampista atipico e centrale a centrocampista di forza e di qualità. Una mezzala di movimento che può giocare anche da centrale, anche se il centrocampo adesso è un po’ più dinamico di quando giocavo io. Locatelli è un giocatore moderno che mi piace molto“.

Parole importanti che arrivano da una personalità di rilievo come Albertini, uno dei migliori centrocampisti della storia del calcio italiano. E questo non fa altro che aumentare il rimpianto del Milan. Che forse ha creduto poco nelle qualità di Locatelli. In un ambiente come quello del Sassuolo ha trovato il modo di venire fuori: adesso vive un momento di grande fiducia e non sbaglia nemmeno un colpo. I rossoneri avrebbero dovuto aspettarlo? Con i se e con i ma…