Bakayoko, mancato ritorno al Milan e poi Napoli: cosa è successo

Paolo Maldini voleva riportare Tiemoué Bakayoko al Milan, ma ha poi dovuto abbandonare la trattativa col Chelsea. Il Napoli ne ha approfittato.

Calciomercato Milan Bakayoko retroscena
Tiemoué Bakayoko (©Getty Images)

Avrebbe potuto giocare Napoli-Milan di stasera con la maglia rossonera, ma Tiemoué Bakayoko lo farà con quella azzurra. Non è un mistero che Paolo Maldini e Frederic Massara abbiano provato a riportarlo a Milanello, però senza successo.

Il centrocampista francese voleva fortemente tornare a Milano, dove aveva già militato nella stagione 2018/2019. Tuttavia, la trattativa con il Chelsea non ha portato ad alcun accordo. Il club partenopeo nel finale dell’ultima sessione di calciomercato si è inserito e ha piazzato il colpo.


Leggi anche:


Calciomercato Milan, affare Bakayoko: il retroscena

Il Milan a lungo ha tenuto in piedi la pista Bakayoko, però l’intesa con il Chelsea non è mai arrivata. Come spiegato da calciomercato.com, i Blues non hanno aperto alle condizioni (prestito con diritto di riscatto) che ha messo sul tavolo la società rossonera. Maldini e Massara hanno abbandonato l’idea di riportare il mediano francese a Milanello, trattenendo così Rade Krunic nonostante le offerte.

Solo negli ultimissimi giorni della sessione del mercato il Chelsea ha accettato di cedere Bakayoko a titolo temporaneo. Il Napoli lo ha preso in prestito secco, senza alcun diritto o obbligo di riscatto del cartellino. Le prime prestazioni dell’ex Monaco sono piaciute a Gennaro Gattuso e la dirigenza azzurra già pensa a un possibile acquisto a titolo definitivo.

Considerando che il contratto del giocatore andrà in scadenza a giugno 2022, il club partenopeo spera di non spendere più di 15 milioni di euro. Da considerare anche l’ingaggio. Il Napoli paga 2 milioni netti, il resto è a carico del Chelsea. In caso di trasferimento definitivo, Aurelio De Laurentiis sa che dovrà dargli uno stipendio da almeno 3 milioni a stagione.