Inchiesta Report su Elliott, polemiche social dopo il servizio

Il servizio di Report sul Milan è andato in onda pochi minuti fa. La reazione social dei tifosi rossoneri non si è fatta attendere.

servizio report milan
Casa Milan (©Getty Images)

Questa sera è andato finalmente in onda il servizio di Report su Elliott, la priorietà del Milan dall’estate del 2018 dopo l’addio di Yonghong Lì. Stando a quanto emerge dall’inchiesta, dietro al fondo americano ci sarebbero Gianluca D’Avanzo e Salvatore Cerchione, co-fondatori di Blue Sky e membri del consiglio di amministrazione del club rossonero.

Il servizio si è concluso da poco ed è stato seguito da molti tifosi del Milan, curiosi di sapere cosa avevano scoperto i colleghi di Report. Gran parte di questi, però, non hanno particolarmente apprezzato l’inchiesta e si è creata una vera e propria polemica social. Alcuni hanno evidenziato dei presunti errori fatti dai giornalisti coinvolti, altri invece hanno commentato con la solita ironia.

Servizio Report sul Milan, la reazione social

Difficile chiaramente stabilire da che parte sta la verità. Il Milan, la scorsa settimana, ha risposto con le parole di un portavoce di Elliott, il quale ribadiva che il fondo americano controlla il club. Paolo Scaroni, coinvolto anche lui nel servizio, non ha voluto rilasciare dichiarazioni né rispondere alle accuse. Vedremo se ci sarà un comunicato nei prossimi giorni o una risposta ufficiale.

In questi minuti continuano ad arrivare tweet e commenti da parte dei tifosi. A questi si è aggiunto anche l’avvocato Giuseppe La Scala, piccolo azionista del Milan e sempre molto coinvolto nelle questioni rossonere. Anche lui non ha particolarmente apprezzato il lavoro svolto da Report e, invece, sponsorizza quello di Felice Raimondo.

A proposito di Felice Raimondo, anche lui si è intromesso in questa discussione social scrivendo il suo punto di vista. La critica è molto aspra nei confronti della Rai e del programma, considerato troppo “superciale” in alcune situazioni importanti. Ci dice tutto lui in questo tweet.