Milan, Pioli: “Gruppo fantastico, Hauge può migliorare. Inter? Pensiamo a noi”

Pioli Sparta Milan dichiarazioni
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli al termine di Sparta Praga-Milan ha parlato ai microfoni di Sky Sport del match di Europa League.

Queste le prime parole del mister rossonero: «Credo possa migliorare ancora tanto. Ha grandissime qualità e sono soddisfatto della sua prestazione. La sua qualità migliore? L’uno contro l’uno, sprigiona più velocità con la palla che senza, e credo debba imparare a fare quello, non può ricevere sempre la palla addosso. Attaccare il difensore alle spalle lo costringi a fare delle scelte. Sono tante le cose dove deve migliorare, anche in fase difensiva. Siamo contenti, le qualità le avevamo intraviste, bravo il club».

Se si aspettava sei mesi fa questo rendimento: «Ho sempre avuto tanta fiducia perché è una squadra di qualità, è una squadra seria, un gruppo unito. Poi è chiaro, era difficile pensare a questi risultati. Siamo bravi a preparare le partite. Nei prossimi dieci giorni giocheremo quattro volte in campionato. Sono molto soddisfatto. Oggi chi ha giocato meno si è fatto trovare pronto, e questo sono segnali importanti. Siamo un gruppo forte».

Pioli e il ricordo di Paolo Rossi

Se l’Inter ha un vantaggio senza coppe: «Non lo so e non ho il tempo e la voglia di pensare ai nostri avversari. Noi dobbiamo pensare al nostro percorso, ora dobbiamo stringere i denti e pensare al Parma, che sarà una partita molto difficile. Pensiamo alla prossima e ad arrivare a Natale, poi recupereremo energie. Le avversarie sono forti, tutte quante. Il nostro obiettivo è migliorare il campionato scorso e andare avanti in tutte le competizioni».

Il ricordo dell’amico Paolo Rossi: «Per me oggi è una giornata particolare e triste. La scomparsa di Paolo mi ha colpito, ho giocato con lui alla Juventus. Era una persone splendida, generosa, disponibile e splendida. Faccio le condoglianza a tutte le partite. Era sempre disponibile, sorridente, sereno, determinato. Credo che siano fattori importanti nel nostro lavoro. Pur avendo vinto tutto, era di una semplicità incredibile, e le persone semplici sono più importanti».