Milan-Parma, Pioli: “Serata storta. Non firmo per il 5° posto”

Pioli parole Milan Parma
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine di Milan-Parma 2-2.

Queste le prime parole dell’allenatore rossonero: «Serata storta, è un momento in cui abbiamo qualche difficoltà. Spiace per gli infortuni di Gabbia e Bennacer. Non abbiamo approcciato bene la gara, poi si è fatta difficile contro un avversario bravo a ripartire. Potevamo pareggiare prima, ma abbiamo cuore e abbiamo ripreso una partita che era complicata. Volevamo vincere, giochiamo sempre per vincere, c’era la possibilità. Concesso poco, ma sui gol presi abbiamo fatto errori. Nel secondo tempo è mancata un po’ di lucidità e precisione, però c’era spirito e abbiamo pareggiato con merito».

Pioli analizza Milan-Parma e momento della squadra

Ante Rebic poco in palla, è mancato Zlatan Ibrahimovic? Pioli replica: «Con Zlatan siamo sicuramente molto forti, non c’è dubbio, ma la squadra ha creato tanto anche oggi. Ante ha altre caratteristiche, il Milan ha fatto bene anche senza Ibra».

Il tecnico rossonero commenta i gol presi: «Bisogna dare merito al Parma per le qualità del loro attacco. Nel primo gol ci siamo schiacciati troppo verso la porta senza pensare a marcare gli avversari. Mi aspettavo un inizio più veemente della squadra, ci siamo allungati troppo e abbiamo preso anche il secondo. Nel primo potevamo pareggiare con le tante occasioni. Comunque abbiamo dimostrato qualità, tenuta mentale e caratteriale. Dispiace per gli infortuni».

Pioli prosegue così la sua analisi post-partita da San Siro: «La squadra sta bene fisicamente e mentalmente. Questa è la prima volta che giovedì avevo cambiato  del tutto formazione e quindi oggi avevo i titolari riposati. Comunque sapevamo che sarebbe stato un periodo difficile per le tante partite. La sosta natalizia sarà piccola, però utile».

Il Milan deve uscire comunque con autostima e mantenere obiettivi importanti dopo questa partita: «La squadra non è uscita dal campo soddisfatta, questo è importante. Sapevamo che potevamo vincere, non è stata la serata migliore per tanti episodi. Maldini ha detto la cosa corretta: il Milan non va in Champions da tempo, l’obiettivo è migliorare rispetto allo scorso campionato. Ovviamente non firmerei per il quinto posto oggi. Finora non ci ha messo sotto nessuno, ce la siamo sempre giocata e siamo stati all’altezza. Se firmerei per il 2° posto? L’unica cosa che firmerei è un rinnovo di contratto (ride, ndr)».

Serve un vice Ibrahimovic? Pioli risponde così: «La società sarà attenta alle situazioni che possono migliorare la squadra. Non sarà facile migliorare l’organico, se ci sarà l’occasione saremo pronti per farlo».