Il Milan trema col Genoa, altro pareggio: l’Inter si avvicina

Il Milan rallenta ancora, contro il Genoa solamente 2-2. Destro due volte in gol, ma Calabria e Kalulu rimontano. L’Inter adesso è a -1 in classifica.

Genoa Milan analisi partita
Genoa-Milan (©Getty Images)

Altro passo falso del Milan, che in casa del Genoa non va oltre il 2-2. Stesso risultato finale della partita di San Siro contro il Parma, anche se nella scorsa giornata di campionato i rossoneri meritavano di più.

A Marassi la squadra di Stefano Pioli è apparsa meno brillante, le assenze di giocatori importanti si sono sentite. Il primo posto nella classifica della Serie A è salvo, però l’Inter con la vittoria contro il Napoli si è portata a -1. Adesso il calendario milanista prevede sfide insidiose contro Sassuolo e Lazio.

Genoa-Milan: l’analisi

Il Milan a Genova ha giocato senza elementi fondamentali come Simon Kjaer, Theo Hernandez, Ismael Bennacer e Zlatan Ibrahimovic. La difesa compie due distrazioni fatali che costano i due gol segnati da Mattia Destro proprio in seguito a errori dei centrali. Nel mercato di gennaio 2021 sarà opportuno prendere un rinforzo nel ruolo.

Pierre Kalulu si comporta perlopiù bene, però nella seconda rete sbaglia la marcatura. L’ex Lione si fa perdonare segnando il 2-2, ma deve ancora lavorare molto per migliorare. Normale, essendo alla terza presenza da professionista. Già il suo livello ha sorpreso, considerando pure che era stato preso come terzino e sta giocando da centrale.

I rossoneri non perdono in campionato dall’8 marzo, quando a San Siro fu proprio il Genoa a vincere. Imbattibilità mantenuta, però il Grifone aveva fatto tremare il Diavolo. Dopo il vantaggio di Destro, c’era stata la risposta quasi immediata con il pari di Davide Calabria. Ma dopo il secondo gol dell’ex Milan, la reazione non è avvenuta subito. Solo all’83’ Kalulu ha fatto 2-2. L’assalto finale poi non ha prodotto la rete della vittoria.

La Gazzetta dello Sport evidenzia che i rossoneri mantengono una striscia di risultati impressionanti: 24 giornate di fila senza sconfitte, miglior sequenza dal 1993, gli anni degli Invincibili di Fabio Capello.

A Pioli è mancato l’apporto del reparto offensivo. Ante Rebic si è creato una grande chance per segnare nel primo tempo, ma l’ha fallita. Per il resto ha combinato poco. Malissimo Rafael Leao, sia da esterno che da prima punta. Poco produttivi anche Hakan Calhanoglu e gli esterni. Gli avversari lasciano pochi spazi e c’è fatica nel trovare spazi. Mancano le giocate giuste, che altre volte venivano con maggiore facilità.

Il Milan spera di recuperare Ibrahimovic contro il Sassuolo. Il bomber svedese dovrebbe rientrare proprio domenica. Un vero centravanti serve. Anche in ottica calciomercato andranno fatte delle riflessioni…