Sassuolo-Milan 1-2, pagelle e tabellino: Romagnoli sontuoso, Leao nella storia

Le pagelle di Sassuolo-Milan, il match valido per la 13^ giornata di Serie A. I rossoneri conquistano tre punti pesantissimi.

Sassuolo Milan pagelle
Sassuolo-Milan (©Getty Images)

SassuoloMilan inizia con una rete storica: dopo solo 6 secondi, Leao sblocca subito il risultato. Si tratta del gol più veloce di sempre in Italia, fra Serie A e Coppa Italia. Un qualcosa che Pioli avrà sicuramente preparato in allenamento. E dopo pochi minuti, arriva anche il raddoppio con Calhanoglu: il gol però viene annullato per un fuorigioco millimetrico di Alexis Saelemaekers. Poco dopo la metà del primo tempo, però, è proprio l’ex Anderlecht a segnare il 2-0 dopo una splendida azione di Theo Hernandez.

Nel secondo tempo il Milan è costretto a tirar fuori dal campo Tonali per infortunio: entra Krunic, che in quel ruolo non dà garanzie. Invece entra bene e dà una buona risposta. Il Sassuolo però prende campo e cerca l’assedio, ma il Milan è difensivamente perfetto, con Kalulu e Romagnoli perfetti in ogni intervento. Nei minuti finali il Sassuolo riapre la partita con la rete di Berardi su punizione con un evidente errore di Hauge che si stacca dalla barriera. Per fortuna però il gol non influenza il risultato finale: il Milan vince e porta a casa tre punti pesantissimi.


Leggi anche:


Sassuolo-Milan, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6,5 – Non poteva mancare un suo intervento importante, e arriva poco dopo il 75′ con una splendida risposta al tiro da lontano – e deviato – da Bourabia.

Calabria 6,5 – Una partita difensiva la sua per contenere gli attacchi da quel lato del Sassuolo. Bravo e attento anche contro Boga quando viene inserito da De Zerbi.

Kalulu 6,5 – Tanti interventi importanti e puliti nel corso del primo tempo.

Romagnoli 7 – Una prestazione maiuscola quella del capitano rossonero, sempre puntuale e preciso, oltre al solito straordinario senso della posizione.

Theo Hernandez 7 – Fantastico in occasione della seconda rete con una cavalcata incredibile: poi l’appoggio a Saelemaekers per il gol facile.

Tonali 6 – Gioca un ottimo primo tempo per intensità e palloni recuperati. Poi è costretto ad uscire per una botta (dal 46′ Krunic 6 – Entra e fa un buon lavoro in mezzo al campo. Un riscaldamento in vista della possibile e molto probabile titolarità contro la Lazio in assenza di Bennacer e Kessie).

Kessie 6,5 – Il cuore tattico del Milan copre bene gli spazi e gestisce con calma tutti i palloni. Ingenuo, però, perché si fa ammonire in maniera evitabile: salterà la Lazio perché era diffidato.

Saelemaekers 6,6 – E’ “colpevole” per la rete di Calhanoglu annulata perché in fuorigioco di pochi centimetri. Si fa perdonare facendosi trovare pronto sulla cavalcata di Theo Hernandez e firma la rete del 2-0. Corre, corre, ma quanto corre. Ed è fondamentale per Calabria avere sempre il suo appoggio (dal 79′ Castillejo –

Brahim Diaz 6 – Si guadagna la ritrovata sufficienza dopo due prestazioni negative contro Sampdoria e Parma. Lo fa anche grazie ad una splendida giocata che fa partire il contropiede per il 2-0 del Milan (dal 56′ Hauge 4,5 – Una partita da dimenticare per il norvegese. L’impatto non è positivo, Pioli e i compagni – Donnarumma soprattutto – lo richiamano continuamente, e sbaglia sul gol preso perché si stacca dalla barriera – senza motivo).

Calhanoglu 6,5 – Geniale in occasione della rete più veloce della storia del calcio italiano: a freddo, accelera improvvisamente e poi verticalizza per Leao.

Leao 6 – Entra nella storia del calcio italiano con la rete più veloce di sempre, e dopo qualche minuto fa una giocata pazzesca per il gol – poi annullato – di Calhanoglu. Poi però pian piano sparisce dalla partita, per poi tornare a farsi vedere negli ultimi dieci minuti con qualche buona giocata per far respirare la squadra.