Milan-Juve, Pioli: “Secondo gol decisivo. Ibra ok per Cagliari”

Pioli ovviamente dispiaciuto per la sconfitta, ma soddisfatto dell’atteggiamento del suo Milan contro la Juventus a San Siro.

Pioli Milan Juventus
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli al termine di Milan-Juventus 1-3 ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

Queste le parole dell’allenatore rossonero nel post-partita di San Siro: «Sconfitta figlia della bravura degli avversari a tornare in vantaggio. La partita è stata equilibrata, in certi momenti abbiamo fatto meglio. Il secondo gol ha aperto la gara. Il 2-1 ha indirizzato la partita e per noi si è complicata».

Il risultato non fa male alla classifica. Pioli replica: «Ha fatto male, era un’occasione per continuare a fare bene. Valuteremo alcune situazioni difensive, però la squadra ha interpretato bene il match. In alcuni occasioni potevamo fare meglio».

Milan con diverse defezioni contro la Juve, però il mister è contento dell’atteggiamento: «Chiaro che sette assenze sono tante, ma non abbiamo perso la nostra identità e la voglia di fare bene. Episodi e qualità degli avversari decisivi. Prima del secondo gol stavamo tenendo anche meglio il campo, però poi abbiamo faticato».

Pioli ribadisce la soddisfazione per la mentalità utilizzata stasera a San Siro: «La squadra avrebbe potuto spaventarsi per la situazione, invece ho avuto risposte ottime. Non avevo dubbi. Non abbiamo ottenuto i risultati per caso. Sapevamo che se c’era un avversario contro il quale subire qualcosa era la Juventus. Comunque le abbiamo tenuto testa, ma la loro qualità ci ha penalizzato anche se in certe situazioni potevamo essere più attenti».

L’allenatore emiliano spiega il clima nello spogliatoio: «I ragazzi erano delusi, è normale. Può servire assaporare il sapore della sconfitta. Ho dato una pacca sulla spalla a tutti, non ci sono rimpianti. Analizzeremo la partita e capiremo dove migliorare. Ho detto di tenere la testa alta, tra tre giorni si torna in campo».

Si passa a parlare di Rafael Leao: «Deve crescere e lo sta facendo. Ha tenuto in ansia la difesa avversaria oggi. Può migliorare nella cattiveria in area, farà passi avanti. Sono contento della sua crescita e del suo atteggiamento. Lavora per la squadra come mai fatto prima».

Milan da Scudetto secondo Fabio Capello, perché è una squadra vera. Il tecnico rossonero risponde così: «Dobbiamo essere ambiziosi, continuando a giocare con convinzione. Mi auguro di avere più scelta, stanno mancando giocatori importanti. Aver mantenuto un certo livello oggi ci deve dare fiducia».

Pioli contento di Hakan Calhanoglu: «Sono convinto che abbia dimostrato anche oggi di essere un calciatore di alto livello. Ovviamente uno con le sue capacità deve cercare il tiro, senza essere egoista».

Capitolo finale su Zlatan Ibrahimovic: «Sta meglio. La prossima partita è solo tra te giorni, valutiamo giorno per giorno. Penso che a Cagliari ci sarà, spero di ritrovarne altri. Per sabato vediamo».