Milan-Torino 2-0, pagelle e tabellino: Leao si conferma, Calabria super. Hauge, dove sei?

Le pagelle di Milan-Torino, l’anticipo della 17^ giornata di Serie A. Leao è straordinario, super Kjaer. Kessie bene ma non benissimo.

Milan Torino pagelle
Milan-Torino (©Getty Images)

Il Milan chiude il primo tempo con un 2-0 netto. I rossoneri vanno avanti con la rete di Rafael Leao, che conclude un’azione stupenda iniziata da Theo Hernandez e rifinita da Brahim Diaz. Il Milan è padrone del campo, ma soprattutto Brahim Diaz è in buona serata: da un suo spunto sulla fascia nasce l’azione che porta al calcio di rigore in favore dei rossoneri. L’arbitro non lo assegna subito, ma poi dopo il consulto al VAR non può fare altrimenti. Kessie, come al solito, non sbaglia. E proprio l’ivoriano rischia di firmare anche il 3-0 in contropiede, ma Sirigu gli dice no.

Milan-Torino, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6,5 – Chiamato in causa soltanto al 90′ con una splendida parata sul tiro di Segre, deviato. Un riflesso da campione.

Calabria 7 – Torna sulla fascia per meno di un’ora di partita, poi l’infortunio di Tonali lo costringe a tornare in mezzo. Il livello della sua prestazione non cambia: è attento, ordinato e propositivo.

Kjaer 7 – Solita partita maestosa in difesa per il centrale. Non sbaglia nulla, entra sempre pulito sulla palla e con la sua personalità trascina tutta la difesa.

Romagnoli 6,5 – Il capitano fa una buona partita contro il suo amico Belotti e poi con Zaza. Non era semplice ma gli errori contro la Juventus avrebbero potuto influenzarlo. Invece no.

Theo Hernandez 6 – Doveva riscattare la brutta partita contro la Juve, e nel primo tempo ci riesce: parte da lui l’azione della prima rete di Leao, è continuamente in fase offensiva e si inserisce come fosse un centrocampista.

Tonali 6 – Solita prestazione a metà dell’ex Brescia; senza infamia, né lode, ma è pur sempre una risora importante per Pioli. Dopo circa dieci minuti del secondo tempi è costretto ad uscire per un calcione di Verdi – l’arbitro aveva dato rigore al Toro, poi tolto (dal 53′ Dalot 5 – Non entra benissimo in partita con diversi errori in fase difensiva).

Kessie 6 – Realizza il solito penalty con una sicurezza disarmante, ma poco dopo si mangia il gol del 3-0 che avrebbe chiuso qualsiasi discorso. Diversi errori anche in fase di impostazione e in semplici appoggi. Insomma, sufficienza sì, ma non era il solito Kessie.

Castillejo 6 – L’apporto in fase offensiva è leggero, ma è sempre pronto ad aiutare la squadra in fase di non possesso.

Brahim Diaz 6,5 – In difficoltà nell’ultimo periodo, stasera invece si è rivisto un po’ del suo talento come ad inizio campionato. La palla per Leao sul primo gol è una giocata da fenomeno (dal 60′ Calhanoglu 6 – Non è al meglio ma Pioli gli dà comunque dei minuti anche per l’infortunio di Brahim Diaz. Come sempre si muove tanto ed è sempre al centro di ogni manovra).

Hauge 5,5 – Pioli gli dà fiducia e lui comincia anche benino, ma poi si spegne. Il suo talento fatica a brillare da troppo tempo (dall’84’ Daniel Maldini sv).

Leao 7,5 – La crescita dell’ex Lille è inarrestabile, e la partita di stasera è un altro tassello importante del suo percorso. La rete è da bomber puro: riceve un cioccolatino da Brahim Diaz, lui la mette dentro con la sicurezza di un veterano. Ma la crescita è evidente in altre situazioni: è perfetto nelle sponde, fa salire la squadra e la fa respirare, grazie a questo straordinario mix di fidicità e tecnica che la natura gli ha donato. L’unica pecca è l’ammonizione ingenua per simulazione: era diffidato e salterà il Cagliari, una perdita gravissima (dall’85’ Ibrahimovic sv).

Il tabellino di Milan-Torino

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjær, Romagnoli, Hernández; Tonali, Kessie; Castillejo, Díaz, Hauge; Leão. A disp.: Donnarumma A., Tătăruşanu; Conti, Dalot, Duarte, Kalulu, Musacchio; Çalhanoğlu, Frigerio, Olzer; Colombo, Ibrahimović, Maldini. All.: Pioli.

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Singo, Lukić, Rincón, Gojak, Rodríguez; Verdi, Belotti. A disp.: Milinković-Savić, Rosati; Ansaldi, Buongiorno, Murru, Nkoulou, Vojvoda; Baselli, Linetty, Segre; Bonazzoli, Zaza. All.: Giampaolo.

Arbitro: Maresca

Marcatori: 25′ Leao, 36′ rig. Kessie