Milan-Atalanta, Pioli: “Sconfitta meritata. Meite titolare? Vi spiego”

Pioli Milan Atalanta
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine di Milan-Atalanta 0-3. Brutta sconfitta della sua squadra, che comunque si laurea campionessa d’inverno.

Queste le prime dichiarazioni del mister rossonero nel post-partita di San Siro: «Credo sia l’unica squadra che non siamo riusciti a battere, ci sono delle difficoltà. Loro hanno meritato la vittoria. Eravamo partiti bene, spiace per come abbiamo preso il primo gol. Il secondo ha chiuso la gara, anche se non doveva essere così visto che mancava ancora tanto. Si doveva fare di più, non ci siamo riusciti».

Pioli prova a spiegare la prestazione negativa di oggi: «I meriti dell’Atalanta sono evidenti, ma noi dovevamo giocare meglio a livello tecnico. In certi momenti servivano più precisione. Nel primo gol si poteva marcare meglio e intercettare anche il cross prima. Loro sono stati più bravi di noi, però siamo forti lo stesso. Un KO può capitare contro un avversario forte. Dopo il secondo gol preso dovevamo crederci di più, ma serve ripartire con fiducia ora. Il campionato è competitivo, siamo lì e ce la vogliamo giocare».

Diversa dalla sconfitta contro la Juventus? Pioli risponde: «Sconfitte contro due squadre che ci posso stare… Oggi l’Atalanta superiore anche fisicamente, ha vinto più duelli e se perdi queste situazioni gli avversari hanno vantaggi. Le prime sette della classifica sono tutte squadre di alto livello».

Il tecnico rossonero parla del fatto di essere campioni d’inverno della Serie A 2020/2021: «Non penso che serva un intervento particolare sulla squadra, consapevole del percorso che stiamo facendo e delle prospettive future. Sappiamo le nostre qualità e che il livello deve salire. Abbiamo rivali forti, serve salire di livello. Conosciamo i nostri pregi e i nostri difetti».

Successivamente spiega la scelta di Meite titolare: «Perché ci serviva un centrocampista più fisico per coprire meglio gli spazi. Pensavo di aver bisogno di tre centrocampisti. Inoltre avere Diaz in panchina mi permetteva di mettere dentro un giocatore con caratteristiche diverse».

Calo fisico per il Milan? Pioli nega: «Adesso non ho i dati di stasera, ma col Cagliari eravamo ancora tra le squadre che correvano di più. Fisicamente la squadra sta bene, però capitano partite difficili».

Turnover in Coppa Italia contro l’Inter? Risponde così: «Non lo so, ci dovrò pensare alle scelte che farò martedì».