Milan-Atalanta, moviola: Kessie, sbracciata ingenua. Mariani fiscale con Ibra

I maggiori episodi da moviola di Milan-Atalanta 0-3. Niente da dire sul calcio di rigore assegnato da Mariani ai bergamaschi.

Moviola Milan Atalanta
Ibrahimovic e l’arbitro Mariani (©Getty Images)

Direzione discreta quella del signor Maurizio Mariani ieri sera, nonostante Milan-Atalanta fosse una gara ricca di tensioni e duelli per antonomasia.

Nella moviola della Gazzetta dello Sport si scorgono pregi e difetti del direttore di gara romano, che ha scelto bene in quasi tutte le situazioni decisive.

Come al 51′ minuto, quando ha assegnato un calcio di rigore all’Atalanta piuttosto solare: tutta colpa di Franck Kessie, che con una sbracciata ingenua colpiva in pieno volto Ilicic. Impossibile non fischiare il penalty poi realizzato dallo sloveno.


Leggi anche > Meité trequaritsta: l’errore tattico di Pioli


Rigore giusto dunque per gli ospiti, anche se qualche minuto prima Mariani poteva sanzionare con l’ammonizione Hateboer, reo di aver colpito in ritardo Kalulu con un’ancata. Il francese sarebbe poi stato costretto a lasciare il campo in barella.

Molto fiscale l’arbitro nei confronti di Zlatan Ibrahimovic: nel primo tempo Mariani fischia un fallo in attacco dello svedese per presunta carica sul portiere Gollini.

In realtà Ibra, come si evince dai replay, salta senza colpire il portiere atalantino, il quale perde il pallone autonomamente. Poteva essere un’occasione ghiotta per i rossoneri.

Regolari sia la prima che la terza rete dell’Atalanta. Non è in fuorigioco Romero al momento della punizione di Ilicic e non lo è neanche Zapata sull’assist vincente dello stesso Romero.