Ibrahimovic volta pagina: nel mirino nuovi traguardi

Ibrahimovic guarda avanti, a Bologna-Milan. Vuole dimostrare che ha archiviato il derby con l’Inter e la lite con Lukaku. Ha degli obiettivi.

Ibrahimovic Milan
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic vuole mettersi alle spalle quanto successo nel derby Inter-Milan di Coppa Italia. La lite con Romelu Lukaku e l’espulsione vanno dimenticati, bisogna guardare avanti.

Il centravanti svedese ha l’esperienza e la maturità per non farsi condizionare da ciò che è accaduto martedì e dalle successive polemiche mediatiche. Ha le spalle larghe per reagire positivamente sul campo. Oggi la squadra rossonera gioca a Bologna e ha bisogno di lui al 100%.

Ibrahimovic cerca il gol numero 500

Ibrahimovic vuole riportare il Milan a vincere, dopo le sconfitte contro Atalanta e Inter. Il suo apporto sarà importante allo stadio Renato Dall’Ara. Stefano Pioli lo ha visto carico e determinato in vista del match di Bologna, sicuro che il giocatore darà le risposte giuste sul campo dimostrando di aver superato quanto accaduto con Lukaku.

Come evidenziato dal quotidiano Tuttosport, Ibrahimovic ha voglia di ripartire anche perché ha dei traguardi da raggiungere:

  • 500 gol: gliene manca solamente uno.
  • 100 gol con il Milan: è a quota 81 e vuole avvicinarsi ulteriormente.
  • 6 doppiette: ne ha fatte cinque nelle nove partite che ha giocato in questo campionato. Ne facesse una a Bologna, diventerebbe il primo ad averne fatte sei nelle prime dieci gare stagionali in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria.

Ha 39 anni, ma il numero 11 rossonero non si vuole fermare e ambisce sempre a nuovi traguardi. La squadra viene prima, però gli piace migliorare le sue statistiche personali. A proposito di questo, sicuramente punta a ridurre la distanza di gol rispetto a Cristiano Ronaldo nell’attuale classifica cannonieri della Serie A. Il campione della Juventus è a 15 reti, invece Ibra a 12. Ma lo svedese ha giocato solo 9 partite, CR7 15.