Calciomercato Milan, colpo Tomiyasu: Sabatini allo scoperto

Takehiro Tomiyasu, difensore giapponese del Bologna, sta attirando su di sé le attenzioni delle big italiane, e in merito è intervenuto anche Walter Sabatini.

Takehiro Tomiyasu (©Getty Images)

Arrivato lo scorso anno come “uomo mediatico” a Bologna, Takehiro Tomiyasu si è rivelato uno dei calciatori più promettenti del nostro campionato, tanto da aver attratto le attenzioni delle grandi squadre del nostro campionato.

Il Milan aveva già provato a stappare il difensore del Sol Levante ai felsinei sia a settembre che a gennaio, ma trovando sempre il diniego dei bolognesi, che hanno sempre reputato l’offerta di 15 milioni di euro troppo bassa per il giocatore che gioca indifferentemente da centrale o laterale destro. Il Bologna valuta il terzino destro almeno 25 milioni di euro, una cifra reputata dal Diavolo troppo alta, ma che l’attenzione di altre big potrebbe ancor di più alzare.


Leggi anche:


Le parole di Walter Sabatini

Walter Sabatini, Direttore tecnico del Bologna, ha parlato ai microfoni di TeleRoma 56 di tanti suoi calciatori, soffermandosi anche sul difensore giapponese, non nascondendo l’interesse di alcuni grandi club proprio per il suo numero 14.

Ecco un estratto delle sue parole:

Nel Bologna ci sono 3-4 calciatori in grado di giocare alla Roma, ma anche alla Juventus, Milan o all’Inter. Tra questi c’è Tomiyasu, richiesto da tante grandi società del nostro campionato”.

Parole che potrebbero accendere un’asta attorno al terzino, e che potrebbero far lievitare il suo valore che in queta stagione sta già crescendo molto.

Infatti, Tomiyasu l’anno scorso ebbe delle fisiologiche difficoltà di ambientamento, mostrando però grande potenziale e ottimi colpi. Da non dimenticare che la sua prima rete in Serie A è un capolavoro balistico di sinistro, suo piede debole, proprio contro il Milan in una gara largamente vinta dai rossoneri.

Nell’attuale Serie A il difensore ha già trovato la via della rete in già due occasioni, ma a colpire è la continuità ce il calciatore mostra sia nel ruolo di difensore centrale che laterale destro.

Visto il complesso riscatto di Diogo Dalot, l’opzione giapponese per la fascia destra rossonera al momento non è da scartare.